Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli ''Intangibles” nella valutazione del patrimonio aziendale: il caso Eles Semiconductor Equipment S.p.A.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Le riforme avviate nella seconda metà degli anni '90 già indicano ciò che è possibile realizzare: un ulteriore mezzo punto percentuale per quanto concerne la crescita, 12 milioni di posti di lavoro e una riduzione della disoccupazione strutturale di circa 40% 1 . Ma gli sviluppi hanno dimostrato che nonostante i progressi compiuti, l'Unione è ancora troppo facilmente portata fuori rotta dalle condizioni globali e che occorrono maggiori sforzi per arginare le tendenze insostenibili e migliorare la coesione oltre a condividere la prosperità in tutta l'Unione. Le condizioni attuali sono diverse rispetto al 2000: le incertezze politiche e il protratto rallentamento dell'economia negli ultimi tempi hanno intaccato la fiducia delle aziende e dei consumatori. Inoltre, la vulnerabilità della nostra economia alle condizioni esterne rafforza gli argomenti a favore di un'accelerazione del ritmo del cambiamento. Il nostro auspicio è che la strategia di Lisbona renderà l'Unione più forte e le consentirà di far prova di leadership globale. Essa rimane il percorso giusto per un'Unione allargata e il suo valore aggiunto consiste nelle sue azioni coordinate, globali e che si rafforzano reciprocamente. I risultati del passato - dieci anni di mercato interno, cinque anni di strategia europea per l'occupazione e il primo anniversario dell'arrivo dell'Euro - dimostrano la capacità dell'Unione di portare avanti riforme ambiziose. In molti ambiti queste stanno già dando impulso alla crescita e alla creazione di posti di lavoro in mercati flessibili, forti ed aperti, ma si deve mantenere la pressione per riforme strutturali. La possibilità di riuscire a trasformare l'Unione entro la fine del decennio dipende anche dal miglioramento delle potenzialità di crescita dell'Unione stessa. Ciò richiede azioni che accrescano l'occupazione e migliorino la produttività. Anche se si sono registrati progressi in quasi tutti gli ambiti della strategia di Lisbona, questi non sono stati abbastanza veloci né sufficientemente coordinati per produrre i risultati che i Capi di Stato e di Governo avevano preconizzato tre anni e mezzo addietro. In particolare, nonostante che Conoscenza, Innovazione e Crescita delle aziende siano fattori chiave per aprire nuove opportunità di sviluppo, stimolare la concorrenza e 1 Per ulteriori dati e statistiche, e relativi approfondimenti, di carattere economico e sociale riguardanti la situazione attuale e le prospettive dell’Unione Europea si veda: Comunicazione della Commissione europea, Com (2003) 5, La scelta della crescita: conoscenza, innovazione e posti di lavoro in una società coesiva (Relazione al Consiglio Europeo di primavera, 21 marzo 2003, sulla strategia di Lisbona di rinnovamento economico, sociale e ambientale), Bruxelles, 14 gennaio 2003, SEC (2003) 25.

Anteprima della Tesi di Luigi Antonio Dell'aquila

Anteprima della tesi: Gli ''Intangibles” nella valutazione del patrimonio aziendale: il caso Eles Semiconductor Equipment S.p.A., Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luigi Antonio Dell'aquila Contatta »

Composta da 264 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5976 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.