Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli ''Intangibles” nella valutazione del patrimonio aziendale: il caso Eles Semiconductor Equipment S.p.A.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

A tal fine, le istituzioni comunitarie e gli Stati membri si sono proposti di fissare le condizioni per un miglior investimento nelle Conoscenze e nell'Innovazione realizzando e accelerando nel contempo le riforme già concordate nel quadro della strategia di Lisbona 2000 che deve continuare a porre le fondamenta per nuove opportunità per le generazioni future. Il Consiglio Europeo, prendendo le mosse dalla relazione di primavera, dovrà pertanto rafforzare il suo ruolo centrale annualmente, determinando la direzione che l'azione economica, sociale e ambientale dovrà seguire. La riunione svoltasi il 21 marzo 2003 ha offerto una particolare opportunità per fissare priorità entro tre dei principali strumenti politici - gli indirizzi di massima per le politiche economiche, gli aggiornati orientamenti per l'occupazione e la strategia del mercato interno – utilizzati per realizzare la strategia di Lisbona e che , a partire da quest'anno, acquisiscono una nuova prospettiva triennale. Così facendo, il Consiglio Europeo dovrà, tra le altre cose, assicurare che venga dato impulso ai Saperi e all'Innovazione nel senso di sostenere l'imprenditorialità, promuovere le industrie basate sulle conoscenze e la diffusione di idee, tecnologie e servizi nuovi, facendo in modo che questo sia corroborato da un effettivo investimento nell'istruzione, nell'apprendimento permanente e nella ricerca: saranno chiamati a svolgere un ruolo importante le fonti di finanziamento pubblico e privato a livello comunitario e nazionale. Pertanto, alla luce di quanto sopra, si conclude che la Relazione del Consiglio Europeo di quest'anno dà particolare rilievo alla Conoscenza e all'Innovazione, considerate le vere priorità politiche e strategiche dell’Unione Europea per i prossimi anni. Nonostante la bolla del "dotcom" ha scosso la fiducia in un'economia spinta dai saperi con effetti a cascata per settori come quello delle telecomunicazioni, un'Unione allargata deve rafforzare gli investimenti nelle conoscenze e creare le condizioni per cui le imprese possono trasformare l'innovazione in crescita e occupazione. Se allo stesso tempo essa può accelerare le riforme dei mercati dei prodotti, dei servizi, dei capitali e del lavoro, le prospettive nel medio termine di produttività e di posti di lavoro migliori sono buone. Promovendo tutti gli aspetti della Catena della Conoscenza dall'Istruzione di base fino alla Ricerca avanzata, dal know-how in materia di finanza a quello in campo imprenditoriale, l'Unione può dare impulso concreto all'innovazione.

Anteprima della Tesi di Luigi Antonio Dell'aquila

Anteprima della tesi: Gli ''Intangibles” nella valutazione del patrimonio aziendale: il caso Eles Semiconductor Equipment S.p.A., Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luigi Antonio Dell'aquila Contatta »

Composta da 264 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5976 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.