Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Liberalizzazione del mercato e cambiamento strategico ed organizzativo nel settore del trasporto pubblico locale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

18 E’ importante, inoltre, sviluppare politiche di traffico e di governo della mobilità che coinvolgano le amministrazioni locali in progetti delle città e per le città, favorendo investimenti e sistemi tecnologicamente avanzati, ripensando al ruolo e alla funzione delle reti di trasporto collettivo, rivedendone profondamente a medio termine la struttura e le performance in relazione alle evoluzioni dell’economia e della società, e trasformando la competizione tra pubblico e privato in cooperazione. [Montanari,Zara, 2000] 2.1.2 L’approccio contrattuale alla riforma del settore Il principio fondamentale espresso nel mutamento in corso nel settore del TPL è la separazione, quindi, tra il ruolo di indirizzo e controllo e la produzione dei servizi, quale condizione per lo sviluppo degli stessi in maniera efficace ed efficiente. Questa chiara distinzione di ruoli implica una profonda ridefinizione della mission delle aziende di gestione e degli enti regolatori, dovuta alla possibilità di un diverso rapporto tra le due parti. A livello europeo, convivono tre approcci prevalenti: 1. approccio regionale: la gestione del TPL resta prevalentemente pubblica; gli operatori tendono ad integrarsi su scala regionale; il sistema è regolato da autorità regionali; 2. approccio contrattuale: l’ente pubblico fissa obiettivi di servizio, determina i vincoli di bilancio e mette a gara la gestione dei servizi, in un regime di “concorrenza per il mercato” in cui competono operatori pubblici, privati e pubblico-privati; 3. approccio liberistico (deregulation): l’autorità pubblica garantisce il libero accesso degli operatori privati al mercato, definendo i requisiti minimi di qualità e di sicurezza del servizio. Individuare punti di debolezza del primo e del terzo approccio è abbastanza facile, in quanto nascono da un’interpretazione non del tutto corretta dei principali obiettivi della liberalizzazione del mercato del trasporto pubblico.

Anteprima della Tesi di Claudio Falduto

Anteprima della tesi: Liberalizzazione del mercato e cambiamento strategico ed organizzativo nel settore del trasporto pubblico locale, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Claudio Falduto Contatta »

Composta da 265 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4481 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.