Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'illusione infranta di Fitzgerald in ''The Great Gatsby''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 In One Hundred False Starts, Fitzgerald afferma che la cosa essenziale per lui come scrittore è “ an emotion- one that’s close to me and that I can understand” . L’emozione personalmente sperimentata è la cosa essenziale e precede la formazione della trama. I suoi fallimenti caratteristici furono “ plots without emotions, emotions without plots” i suoi successi caratteristici “ the inventions of stories which would carry the emotion he cared about” 1 . Meraviglioso parlatore, dotato di un incanto che si accresceva spendendosi, Fitzgerald prodigava incessantemente la sua fatuità dolorosa e spettacolare. Come animava le feste e fondeva le persone fra loro, suscitando il meglio nascosto di ognuno, così scriveva libri, metteva in movimento la realtà, animava la festa illusoria della vita. Con le sue mani si inflisse le ferite che dovevano farlo morire. “ My talent” diceva Dick Diver “ it’s a trick” . 2 Soggiogato dalla terribile abitudine di farsi amare, a forza di spendersi e di sprecarsi in quotidiane orge d’affetto, quest’uomo troppo delicato venne distrutto dal dono continuo che faceva di sé. Un giorno si accorse d’improvviso di essere rimasto senza riserve e senza risorse e come Dick Diver tentò di suggere almeno un’ombra di vitalità dalla “ exciting youth” degli altri. Ma gli altri, com’è naturale, non ne vollero sapere di lui. 1 Cfr. la prefazione di A. Mizener a Afternoon of an Author: a Selection of Uncollected Stories and Essays, Scribner’s, New York, 1957, p.12. 2 F.S. Fitzgerald, Tender Is the Night, Scribner’s, New York, 1934

Anteprima della Tesi di Laura Elisa Rosato

Anteprima della tesi: L'illusione infranta di Fitzgerald in ''The Great Gatsby'', Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Laura Elisa Rosato Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11103 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.