Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Metodi di simulazione storica per il calcolo del KiloVaR

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 CAPITOLO I IL RISCHIO DI MERCATO E IL VALUE-AT-RISK 1.1 IL RISCHIO DI MERCATO Nel corso degli ultimi anni è cresciuta l’esigenza di misurare e controllare in modo adeguato il grado di rischio assunto da un intermediario finanziario. Le ragioni di questo fenomeno sono riconducibili ad un aumento della volatilità, registrata a partire dagli anni Settanta, delle variabili finanziarie classiche (indici di borsa, tassi di interessi, tassi di cambio) e alla sempre maggiore correlazione tra i mercati finanziari internazionali. Anche una riduzione dei controlli da parte dell’autorità di vigilanza sull’attività di intermediazione delle banche, con la progressiva internalizzazione della stessa, ha portato ad una maggiore integrazione internazionale dei mercati finanziari, alla liberalizzazione dei movimenti di capitale e all’affacciarsi sulla scena internazionale di nuove economie richiedenti capitali (i cosiddetti Paesi emergenti). Altro aspetto da non trascurare è il graduale processo di diversificazione di mercati e di prodotti diversi da quelli tradizionalmente offerti (prestiti, depositi). Inoltre, Il notevole sviluppo del mercato degli strumenti derivati (contratti futures, forward, swap ed opzioni) ha favorito la possibilità di operare strategie di copertura da parte degli operatori finanziari e ha consentito di assumere posizioni di tipo speculativo, incrementando, però, l’eventualità di incorrere in rischi di perdite. In generale, il rischio rappresenta “l’ammontare monetario delle possibili perdite cui si andrebbe incontro nell’eventualità di scostamenti del risultato

Anteprima della Tesi di Silvia Soldesti

Anteprima della tesi: Metodi di simulazione storica per il calcolo del KiloVaR, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Silvia Soldesti Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1955 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.