Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il mantenimento della pace in Africa: la missione delle Nazioni Unite in Congo (MONUC)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 l’autorizzazione all’uso della forza da parte degli Stati membri, sia singolarmente sia nell’ambito di organizzazioni regionali, con la quale il Consiglio permette agli Stati di agire individualmente piuttosto che all’interno del meccanismo collettivo previsto dalla Carta. La paralisi del Consiglio ha avuto anche effetto relativamente al ruolo che l’Assemblea generale si è ritagliata nel campo del mantenimento della pace e della sicurezza internazionale, avendo questa esteso i suoi poteri per supplire all’inerzia del Consiglio 10 . La fine della guerra fredda ha segnato un’inversione di tendenza per quanto riguarda l’azione del Consiglio 11 . Il maggiore accordo tra i membri permanenti e l’influenza sempre crescente di cui godono gli USA all’interno del Consiglio hanno consentito una maggiore attività dello stesso, che ha condotto la propria azione in base al cap. VII della Carta nelle principali crisi internazionali degli anni ’90 tra cui quelle della guerra del Golfo, la guerra nella ex Iugoslavia, della Somalia, della Sierra Leone, della Libia, della Liberia, Angola, Haiti, la 10 V. risoluzione 377 A (V) Uniting for Peace del 3-11-1950 nella quale l’Assemblea generale, dopo aver ribadito la responsabilità principale del Consiglio nel mantenimento della pace e della sicurezza internazionali, ha affermato di essere competente a indirizzare raccomandazioni agli Stati membri in ordine alle misure collettive da adottare per mantenere o ristabilire la pace e la sicurezza internazionali, qualora tale organo non sia in grado di esercitare la sua funzione in presenza di minacce alla pace, violazioni della pace e atti di aggressione, per l’assenza di unanimità tra i membri permanenti. V. MARCHISIO, L’ONU, op. cit., p. 152. 11 per l’uso del cap. VII da parte del Consiglio, prima e dopo la guerra fredda, v. BURCI, The Maintenance of International Peace and Security by the United Nations: Actions by the Security Council under the Chapter VII of the Charter, in SIOI (a cura della), Prospects for Reform of the UN System, Padova, 1993, pp.123-146; e v. SUTTERLIN, The United Nations and the Maintenance of International Security. A Challenge to Be Met, Westport/Connecticut/London, 1995, pp. 4 ss.

Anteprima della Tesi di Giacomo Orlandini

Anteprima della tesi: Il mantenimento della pace in Africa: la missione delle Nazioni Unite in Congo (MONUC), Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giacomo Orlandini Contatta »

Composta da 242 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4414 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.