Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Apprendimento e motivazione allo studio negli studenti universitari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 4 Oggi si ritiene che il punto di arrivo di un processo continuo di sviluppo di competenze sia l’acquisizione di un apprendimento autoregolato. Lo studente autoregolato è uno studente autonomo, consapevole e flessibile; sa identificare i propri obiettivi di apprendimento e individuare i mezzi strategici con cui raggiungerli. Si potrebbe dire che lo studente autoregolato sa come, dove, quando e quanto studiare. Il modello teorico dell’apprendimento autoregolato è stato il prodotto di un lungo percorso compiuto dalla psicologia in questo ambito, un percorso spesso tortuoso e discontinuo. Per lungo tempo infatti i diversi fattori che vanno a determinare l’attività di studio sono stati esaminati in modo isolato, in filoni di ricerca indipendenti, impedendo così di coglierne le numerose interazioni e, di conseguenza, la complessità generale dell’intero processo. In questa tesi si è cercato di ripercorrere, anche da un punto di vista cronologico, le principali tappe teoriche che hanno caratterizzato questo campo di studi. Il primo capitolo descrive l’approccio metacognitivo. Per metacognizione si intende la conoscenza del soggetto sui propri processi mentali e sui processi mentali in generale. Questo approccio ritiene quindi che uno studente efficace deve possedere un ampio bagaglio di strategie cognitive, che vanno continuamente monitorate e regolate durante la loro applicazione. Il secondo capitolo descrive i possibili orientamenti motivazionali di uno studente; oggi si preferisce utilizzare il temine orientamento motivazionale piuttosto che motivazione, per sottolineare il fatto che ogni comportamento motivato non è la semplice conseguenza di bisogni interni, ma è il prodotto di fattori cognitivi e affettivi, che attivano e influenzano il comportamento in direzione di uno specifico obiettivo (De Beni, Moè 2000). Il terzo capitolo descrive le attribuzioni e le percezioni di abilità coinvolte nel processo di apprendimento. Le attribuzioni sono quei processi per cui gli individui attribuiscono cause ai fenomeni che li circondano o in cui sono coinvolti, mentre le percezioni di abilità, quale per esempio l’autoefficacia, riguardano il come i soggetti percepiscono sé stessi nei confronti dei compiti di apprendimento. Questi processi contribuiscono così a determinare sia

Anteprima della Tesi di Michele Poletti

Anteprima della tesi: Apprendimento e motivazione allo studio negli studenti universitari, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Michele Poletti Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10169 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.