Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'emigrazione italiana dal 1861 alla prima guerra mondiale. I casi del Biellese e del Chiavarese

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

X guadagni ricavati da attività imprenditoriali destinati al sostentamento dei familiari rimasti in Italia, oppure di piccole somme inviate a lontani parenti o amici che si trovavano in condizioni economiche disagiate, anche se non erano poi così rari i casi in cui gli emigrati avevano accumulato cifre di risparmi così considerevoli da poterle consumare o investire in immobili al ritorno in patria. L’andamento del flusso delle rimesse fu influenzato da molti elementi tra cui: la consistenza del movimento degli emigrati, le sue caratteristiche (sesso, età, professione, etc.), i legami affettivi con i parenti e gli amici rimasti in patria, l’entità dei guadagni realizzati, la propensione al risparmio, la congiuntura economica mondiale e infine il cambio delle monete estere con la lira italiana. I tentativi di trasformare l’emigrazione italiana da elemento passivo (espulsione di forze di lavoro) a veicolo attivo di sviluppo comparvero fin dall’origine della vicenda emigratoria. Il livello raggiunto dalle rimesse dall’estero in Italia fu strettamente legato alla natura della nostra emigrazione: prevalentemente proletaria, con scarsa partecipazione dei gruppi familiari, principalmente non definitiva e spesso legata ad un’azienda agricola familiare non autosufficiente, per la quale il risparmio “esterno” era essenziale. Tutto ciò spiega l’eccezionale afflusso di rimesse quando, tra gli anni ’90 e la prima guerra mondiale, l’emigrazione italiana raggiungerà i suoi livelli massimi.

Anteprima della Tesi di Federica Taddei

Anteprima della tesi: L'emigrazione italiana dal 1861 alla prima guerra mondiale. I casi del Biellese e del Chiavarese, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Federica Taddei Contatta »

Composta da 193 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8936 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.