Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Imprenditore agrituristico e fallimento

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 Stato, sempreché le norme stesse non siano in contrasto con l'interesse nazionale o con quello di altre Regioni" in determinate materie fra le quali quelle del turismo e dell'industria alberghiera e quelle dell'agricoltura e delle foreste. Spettano, inoltre, alle Regioni anche i poteri amministrativi riguardanti le materie rientranti nelle loro competenze. Per le Regioni a statuto speciale (o ad autonomia differenziata), è riconosciuta una potestà di carattere esclusiva (o piena o primaria) in alcune materie 4 . Queste materie sono indicate nei rispettivi Statuti previsti dall'art. 116 della Costituzione. A queste Regioni è stata attribuito potere nella materia "agricoltura e foreste", sebbene con formulazioni diverse, e anche nella materia "turismo". Inoltre, alcune di queste Regioni (Sardegna, Trentino-Alto Adige e Friuli Venezia Giulia) sono dotate della cosiddetta potestà concorrente (o della competenza legislativa ripartita o bipartita) come per le Regioni a statuto ordinario. Infine tutte le Regioni differenziate, ad eccezione della Sicilia, sono investite della potestà legislativa di integrazione e attuazione delle leggi statali in determinate materie. La Sicilia è investita di una potestà, prevista dall'art. 17 del suo Statuto, intermedia fra quella concorrente e quella attuativa. Anche le Regioni a statuto ordinario svolgono, oltre quella concorrente, una potestà attuativa propria, prevista genericamente dall'art. 119 della Costituzione, e possono vedersi demandata l'attuazione di specifiche leggi statali, in base alla disposizione dell'art. 117, secondo comma. Tutte le potestà legislative regionali sottostanno a una serie di limiti comuni. Uno di questi limiti è detto limite della materia. Le Regioni potevano emanare leggi solo in determinate materie espressamente indicate. 4 Cfr. L. PALADIN, Le fonti del diritto italiano, Bologna, 2000, p.307.

Anteprima della Tesi di Giovanni Camplani

Anteprima della tesi: Imprenditore agrituristico e fallimento, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giovanni Camplani Contatta »

Composta da 155 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3768 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.