Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Una rivista vittoriana inglese: Household Words

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 Un breve riassunto della situazione del mercato all’inizio del secolo, osservando l’evoluzione e i dati delle tirature, si rende necessaria al fine di delineare i primi sviluppi di quel processo che portò alla nascita della stampa di fascia economica. All’inizio dell’Ottocento le riviste più economiche, e di conseguenza che godevano del pubblico più numeroso, erano i periodici delle chiese, finanziati dalle varie sette religiose: Evangelical, Gospel e General Baptist, vantavano, difatti, una tiratura di circa 18.000 copie. Essi erano, in particolare, i periodici preferiti dai lettori appartenenti alla classe operaia e secondo Perkin sono i veri progenitori della stampa popolare 14 . Si attestavano al secondo posto con una tiratura tra le 12- 13.000 copie le nuove riviste trimestrali di critica: Quarterly Review ed Edimburgh Review, infine i periodici più vecchi e le riviste di stile nuovo, come Blackwood’s Magazine e Fraser’s Magazine che vendevano tra le 3.000 e le 8.000 copie 15 . All'inizio del secolo, le riviste di critica più importanti, il Critical e il Monthly, venivano vendute al prezzo di due scellini; le riviste d’attualità generale, come Gentleman’s, Monthly, Universal ed European, costavano uno scellino e sei pence, mentre le riviste specializzate, Lady’s, Commercial, Sporting e 14 Venivano infatti pubblicati una volta alla settimana, nel giorno in cui era più probabile che il lavoratore avesse a disposizione sia del tempo libero che del denaro da spendere. Cfr. Perkin, Harold James, “The Origins of the Popular Press”, History Today, 7, (1957), p. 431. 15 La classificazione delle diverse tipologie di periodici vittoriani verrà riassunta più avanti. Cfr. pp.28-47.

Anteprima della Tesi di Elena Bossi

Anteprima della tesi: Una rivista vittoriana inglese: Household Words, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Elena Bossi Contatta »

Composta da 219 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4362 click dal 10/11/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.