Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi empirica degli strumenti fiscali per uno sviluppo sostenibile

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Tra i primi ci fu William Kapp, che in Social Costs of Business Enterprise, mise in evidenza che l’impresa privata aveva fino ad allora internalizzato i profitti e socializzato i costi privati (tra i quali quelli relativi all’ambiente). L’analisi di Kapp prendeva le mosse dalla teoria dei costi esterni elaborata da Marshall, della quale già Pigou aveva presentato un adattamento alle questioni ambientali, in un suo celebre saggio dove evidenziava i danni prodotti ai boschi, e non risarciti, dalle scintille delle locomotive, mostrando che il prodotto netto marginale privato può essere, a seconda dei casi, eguale maggiore o inferiore al prodotto netto marginale sociale. Più tardi Kenneth Boulding, in un saggio sull’economia della navicella spaziale, sottolineò la fine dell’era delle risorse facili. Egli paragonava l’economia del passato a quella del cow-boy (il quale credeva di avere di fronte una frontiera da spostare continuamente, in pratica quindi

Anteprima della Tesi di Dario Scognamiglio

Anteprima della tesi: Analisi empirica degli strumenti fiscali per uno sviluppo sostenibile, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Dario Scognamiglio Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2128 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.