Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Istria e la minoranza italiana nella crisi jugoslava

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

III Il tentativo fascista di risolvere la questione istriana con la repressione violenta di tutto ciò che nella regione ricordasse il suo carattere anche slavo, compromise maggiormente la posizione italiana dopo la Seconda Guerra Mondiale e fu all'origine della diffidenza e dell'emarginazione nei confronti del gruppo nazionale italiano che veniva, (e spesso è tuttora), considerato la quinta colonna dell'irredentismo italiano. La revisione del confine orientale italiano con il Trattato di pace e con l'Accordo di Londra, determinò l'abbandono dell'Istria, Fiume e Dalmazia di circa 300-350 mila italiani, secondo le cifre fornite dalla Unione degli Italiani, di circa 200 mila secondo altri. Un esodo, comunque, massiccio che sconvolse totalmente la penisola istriana, dove la componente italiana si trovò a costituire solamente una piccola percentuale della popolazione e una delle tante minoranze all'interno della federazione jugoslava. È, dunque, dalla fine della Seconda Guerra Mondiale che iniziano i problemi della componente italiana in questa regione: la sua assimilazione progressiva, l'emarginazione della vita sociale e politica, il suo senso di sradicamento, quel sentirsi stranieri in patria. La crisi jugoslava e poi la guerra hanno rischiato di aggravare ulteriormente una situazione già precaria, mettendo a repentaglio la sopravvivenza e l'esistenza di questa minoranza. Proprio in una fase così delicata dell'evoluzione della minoranza abbiamo deciso di occuparcene, in un momento in cui attraverso le polemiche collegate ad Osimo e alla guerra nell'ex-Jugoslavia anche in

Anteprima della Tesi di Sabina Anderini

Anteprima della tesi: L'Istria e la minoranza italiana nella crisi jugoslava, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Sabina Anderini Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3959 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.