Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Opportunità di crescita delle Pmi e private equity

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I-Aspetti strategici e teorici relativi alle scelte finanziarie delle imprese 10 ambito che ci muoveremo per prendere poi esame gli strumenti e i soggetti protagonisti del fenomeno del private equity. In Italia il principale mercato di strumenti finanziari è il Mercato Telematico Azionario (MTA). Esso è il comparto del mercato di Borsa dove si negoziano le azioni delle principali società quotate del nostro Paese. Il sistema di negoziazione si è andato negli anni modificando, passando dal sistema delle “grida” 13 a quello della contrattazione continua per via telematica. Questo ha portato, oltre che ad un evidente snellimento e rapidità nelle procedure, anche alla possibilità di delocalizzazione delle negoziazioni, per cui gli operatori possono compiere le operazioni di vendita e acquisto dei titoli da qualsiasi luogo. Gli ultimi sviluppi in tema di delocalizzazione hanno portato al fenomeno del c.d. trading on line, con il quale anche i privati hanno accesso alle operazioni di borsa per mezzo della rete Internet, seppur con alcune restrizioni. Il Mercato Telematico Azionario è suddiviso in tre segmenti: Blue Chip, Star e Ordinario. Il primo segmento ha per oggetto le società più capitalizzate (capitalizzazione superiore a 800 milioni di Euro), il secondo comprende società che soddisfano particolari requisiti, soprattutto relativi alle informazioni per gli investitori, e che abbiano fatto domanda per accedervi. Il terzo segmento è residuale rispetto ai primi due. Dal 1999 è ufficialmente nato anche in Italia in Nuovo Mercato, destinato ad accogliere le imprese high growth. Esso fa parte di un circuito europeo 14 13 Con questo sistema ciascun titolo veniva chiamato secondo un ordine prestabilito. Il titolo apriva al prezzo di chiamata e gli operatori gridavano la propria posizione come compratori o venditori. Il funzionario addetto sulla base delle varie gridate aumentava o riduceva il prezzo del titolo stesso. Cfr. GERVASONI A., (a cura di), Impresa e mercato finanziario, op. cit. pag. 57-58 14 Ne fanno parte, oltre all’ Italia, la Francia, il Belgio, la Germania e i Paesi Bassi. La nascita di un circuito di mercati con le caratteristiche citate, trae le proprie origini dal più importante mercato “tecnologico” del mondo: il Nasdaq. Esso, situato a New York, è basato sulla filosofia di rendere più semplici le negoziazioni e le regole di quotazione, requisito che lo differenzia totalmente del NYSE, la principale Borsa Valori Statunitense. In virtù di questo, il Nasdaq è stato il mercato a più alto tasso

Anteprima della Tesi di Riccardo Roesstorff

Anteprima della tesi: Opportunità di crescita delle Pmi e private equity, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Riccardo Roesstorff Contatta »

Composta da 262 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13920 click dal 10/05/2005.

 

Consultata integralmente 55 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.