Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Opportunità di crescita delle Pmi e private equity

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I-Aspetti strategici e teorici relativi alle scelte finanziarie delle imprese 3 finanziamenti stessi aprendo cosi la strada a nuove e interessanti teorie sulle decisioni di carattere finanziario (Della Bella, 1996, p. 1) . Quello che interessa ai fini del presente lavoro è porre l’accento sulle decisioni inerenti questo campo allo scopo di analizzare se e quanto le imprese abbiano bisogno di mezzi aggiuntivi da impiegare nella propria attività a titolo di capitale di rischio per finanziare quella parte dell’attivo per la quale l’autofinanziamento da una parte e il capitale di credito dall’ altra, non risultano sufficienti. Il problema della carenza di mezzi a titolo di capitale di rischio è sempre stato centrale nello sviluppo dell’ economia del nostro Paese che, se confrontata con quella di Paesi più sviluppati dal punto di vista finanziario (il riferimento è, evidentemente, ai Paesi Anglosassoni), risulta ancora oggi svantaggiato. Questo non è solo l’effetto di un sistema fiscale che ha sempre incentivato le imprese all’utilizzo spinto delle leva finanziaria per sfruttare il c.d. scudo fiscale 3 , ma è anche frutto di un sistema bancario e creditizio che ha mantenuto una struttura dei tassi di interesse molto conveniente rispetto ad altre realtà Europee, soprattutto negli anni passati. Inoltre è importante rilevare anche che gli imprenditori italiani si caratterizzano per una cultura orientata ad uso quantomeno “prudente” del capitale proprio, preferendo ricorrere all’indebitamento per finanziare le proprie attività. Se a questo si aggiunge una situazione dei tassi di interesse in costante decremento e dunque un ulteriore incentivo per le imprese ad indebitarsi, è facile comprendere come il panorama industriale italiano sia caratterizzato da strutture finanziarie nelle quali il debt è preponderante rispetto all’equity. 3 Sebbene negli ultimi anni alcuni atti normativi abbiano agito in senso contrario, il nostro sistema è ancora oggi caratterizzato da un certo incentivo all’ indebitamento. Il presente problema verrà approfondito successivamente nel presente capitolo. Per quanto riguarda gli atti normativi anzidetti e il loro legame con la scelta delle fonti finanziarie, si veda il par. 4 del presente capitolo.

Anteprima della Tesi di Riccardo Roesstorff

Anteprima della tesi: Opportunità di crescita delle Pmi e private equity, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Riccardo Roesstorff Contatta »

Composta da 262 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13920 click dal 10/05/2005.

 

Consultata integralmente 55 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.