Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Profili critici della patrimonializzazione degli intermediari assicurativi e creditizi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

della sua costituzione, definito Quota di Garanzia. Il margine presenta però dei limiti che si possono sintetizzare nella visione estremamente statica dell’attività assicurativa, nella previsione uniforme e generalizzata delle aliquote, nella mancata considerazione dei diversi profili di rischio e nei criteri semplicistici nella determinazione del margine di solvibilità che viene calcolato attraverso semplici relazioni lineari con i valori di bilancio. Siccome i valori di riferimento – per la valutazione della capacità di un’impresa di assicurazione di far fronte ai propri impegni futuri- sono presi dal bilancio di esercizio, nell’ultima parte del capitolo 2° viene brevemente trattato il progetto di armonizzazione dei principi contabili internazionali. L’ingresso delle imprese di assicurazione sui mercati internazionali pone l’accento sull’importanza del linguaggio utilizzato per diffondere le informazioni. Linguaggio che quanto più sarà comune, tanto più porterà alla comparabilità di operazioni e fatti gestionali simili, alla trasparenza ed alla facilità nel reperimento dei capitali, all’incentivo alla globalizzazione ed alle agevolazioni nelle verifiche da parte delle autorità di vigilanza. Nel terzo capitolo viene analizzato il sistema americano – Risk-Based Capital - di controllo della solvibilità delle imprese di assicurazione. Tale sistema, a differenza del margine di solvibilità europeo, si adatta meglio alla complessa articolazione dei rischi che richiede strumenti di misurazione della solvibilità basati su standard di capitali flessibili. Il requisito patrimoniale viene calibrato al profilo di rischio della singola impresa. Il sistema Risk-Based Capital si differenzia, nelle fasi di calcolo, a seconda se si considera il ramo vita o il ramo danni: sono prese in considerazione per

Anteprima della Tesi di Pasquale Ferricelli

Anteprima della tesi: Profili critici della patrimonializzazione degli intermediari assicurativi e creditizi, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Pasquale Ferricelli Contatta »

Composta da 220 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2962 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.