Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Politiche del lavoro e dimensione locale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 I. 1 Dal Fordismo al PostFordismo L’epoca moderna ha conosciuto il suo apogeo con il modello di organizzazione economico-sociale sviluppatosi negli stabilimenti di Henry Ford a Detroit, attraverso la razionalizzazione dei principi elaborati precedentemente alla prima guerra mondiale da F.W. Taylor, riguardanti la cosiddetta organizzazione scientifica del lavoro (OSL), volta ad elaborare le metodologie di lavoro migliori a cui addestrare il lavoratore per ottimizzare tempi e costi della prestazione. L’impresa in questo caso era considerata come un’organizzazione superiore alla semplice somma dei fattori (beni e persone) che ne facevano parte [Bonazzi, 1998]. E’ ben noto quali siano i precetti che caratterizzarono la progressione del mondo del lavoro nel ‘900 e per i quali è stato coniato il termine Fordismo 1 , ormai diffusamente riconosciuto ed utilizzato per connotare il modello organizzativo 2 delineatosi con il passaggio dalla c.d. craft production alla c.d. mass production. Modello, questo, che ha dato origine al mercato come lo intendiamo nell’attuale accezione, basato cioè su economie di scala e di scopo, e che ha caratterizzato l’evoluzione di grandi organizzazioni d’impresa basate sulla specializzazione funzionale e la minuta divisione del lavoro, stimolando la produzione di una serie di politiche pubbliche, istituzioni e meccanismi di governo volti a mitigare i 1 Antonio Gramsci, a cui si deve la prima definizione del Fordismo, lo descrive come il “passaggio dal vecchio individualismo economico all’economia programmatica” [Gramsci, 1997: 414] 2 Occorre ricordare però come il Fordismo, così si evidenzierà per il post-Fordismo, rappresenti anche un modo di regolazione sociale.

Anteprima della Tesi di Alessia Micaela Fracchia

Anteprima della tesi: Politiche del lavoro e dimensione locale, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Alessia Micaela Fracchia Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4537 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.