Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Decreto-legge Regionale: la riemersione di una vecchia ipotesi ed i suoi profili costituzionali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 tutti i loro disposti. 20 Accettando questa impostazione, se ne deduce che sarebbero ammissibili solo quei decreti-legge adottati a fronte di situazioni eccezionali ed imprevedibili e cioè di assoluta necessità 21 e formulati in modo tale da ricevere un’applicazione immediata o ravvicinata nel tempo. 22 Tuttavia, nel corso degli anni, queste posizioni sono state superate da una <> 23 che ha attribuito al Governo ed al Parlamento il compito di verificare l’esistenza dei presupposti giustificativi, dal che, nella prassi, si è diffusa, sempre più frequentemente, la tendenza ad adottare provvedimenti considerati necessitati ed urgenti solo in relazione ai fini proposti dal Governo. Così come osserva L. Paladin, vari autori concordano nel ritenere che la necessità non debba essere assoluta, ma possa essere valutata sulla base dell’indirizzo politico-governativo. 24 Ugualmente si parla di <>, valutata in relazione all’intero documento e non alle singole disposizioni. Di tale avviso sono autori come G. Pitruzzella ed C. Esposito, il primo arriva, addirittura, a negare il <>, 25 il secondo sostiene che l’art. 77 riguarderebbe provvedimenti di necessità ed urgenza che il Governo 20 L. PALADIN, Le fonti del diritto italiano, Bologna, 1996, p. 242; 21 G. VIESTI, Il Decreto-legge, Napoli, p. 125 ss.; V. DI CIOLO, Questioni in tema di decreti-legge,Milano, p. 144/145 22 Favorevole G. VIESTI, in Il Decreto-legge, Napoli, p. 125 ss.; Contrario L. PALADIN, in Le fonti del diritto italiano, Bologna, 1990, p. 242-243 e nel commento all’ Art. 77 in Commentario alla Costituzione, 1996, p.57; 23 L. PALADIN, Le fonti del diritto italiano, Bologna, 1996, p. 242; 24 L. PALADIN, Le fonti del diritto italiano, Bologna, 1996, p. 242-243 25 C. PITRUZZELLA, La legge di conversione, Padova, p.34

Anteprima della Tesi di Alessia di Febbo

Anteprima della tesi: Decreto-legge Regionale: la riemersione di una vecchia ipotesi ed i suoi profili costituzionali, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Alessia di Febbo Contatta »

Composta da 185 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3057 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.