Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La nuove espansione produttiva come effetto indotto del prolungamento della A31 Valdastico Sud. Uno studio territoriale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Istituto Universitario di Architettura di Venezia Corso di Laurea in Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale La nuova espansione industriale come effetto indotto del prolungamento della A31 Valdastico:uno studio territoriale _____________________________________________________________________________________________________ 19 1.2.2 IL SISTEMA METROPOLITANO DEL CENTRO-VENETO: Come già ricordato in precedenza, le aree metropolitane venete presentano delle caratteristiche ben precise: una grande estensione territoriale, una distribuzione diffusa sul territorio delle strutture produttive, dei servizi e delle aree residenziali. Per quanto riguarda la zona precisa dello studio, si evidenzia come tra l’area vicentina e padovana ormai non ci sia più una netta distinzione: si è in presenza di forti relazioni tra i due sistemi urbani. Mentre l’area padovana si distingue per la sua vocazione terziaria di servizio a tutta la regione e allo stesso tempo possiede una solida struttura produttiva, l’area vicentina è “.. una delle aree produttive regionali più dinamiche e diversificate nel settore industriale, impegnata nella competizione internazionale tanto da contribuire per circa un terzo all’export regionale totale” (par. 4.5.2. “Il sistema metropolitano del centro-Veneto”). Proprio nell’area vicentina si individua la necessità di azioni volte a ripristinare la qualità ambientale ormai deteriorata dai molteplici e continui processi di utilizzazione sconsiderati delle risorse, avvenuti sia nel passato (quando ancora non si aveva la consapevolezza della disponibilità limitata di tali risorse), che nel presente, nonostante l’allarme sui pericoli e sulle conseguenze degli sfruttamenti così sfrenati sia stato reso noto da tempo. Infine, per quanto riguarda l’area del Polesine, si è in presenza di sistemi urbani minori, che per la propria organizzazione produttiva hanno saputo combinare specifici fattori territoriali, ambientali e culturali: in questo caso si ha una forte complementarietà con la aree centrali. Il Piano, per la crescita del sistema produttivo polesano, individua i fattori principali nella realizzazione e l’ammodernamento delle opere infrastrutturali.

Anteprima della Tesi di Irene Moretto

Anteprima della tesi: La nuove espansione produttiva come effetto indotto del prolungamento della A31 Valdastico Sud. Uno studio territoriale, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Pianificazione del Territorio

Autore: Irene Moretto Contatta »

Composta da 235 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1418 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.