Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le politiche urbane integrate e la questione del genere. Il caso di Grenoble

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO 1 Evoluzione e trasformazione del contesto urbano 17 Il nuovo millennio è stata un’occasione per stendere un bilancio, sottoline- ando tanto l’eccezionalità dei progressi registrati quanto i problemi che il mondo ha conosciuto come pegno dell’accresciuto benessere. La modernità non è stata accetta da tutti come un fattore obiettivamente positivo: molte parti hanno lanciato più di una critica. Oggetto di proteste, da circa una trentina d’anni, è proprio il funzionalismo ritenuto ormai un concetto riduttivo. La terza modernizzazione e la sua rivoluzione urbana hanno cominciato a far emergere delle nuove attitudini verso l’avvenire, dei nuovi progetti e modi di pensare che vengono qualificati come New Urbanism (anche se l’espressione è piuttosto recente e prevalente negli Stati Uniti 5 ). Le nuove scoperte tecniche e l’internazionalizzazione hanno modificato profondamente la realtà nonché le modalità di circolazione e di scambio di informazioni, beni e persone e le attitudini verso il contesto urbano. Il proces- so non è statico: esso procede, portando il delinearsi di tendenze sempre nuo- ve. Il compito delle amministrazioni diventa dunque quello di cercare di cap- tarle, non tanto nell’illusione di poter prevedere il futuro, quanto per essere capaci di valutare gli impatti sulle città e di elaborare gli strumenti di risposta più idonei. Le evoluzioni che sembrano caratterizzare questa terza fase, sempre secon- do l’analisi condotta da Ascher, sono cinque: la métapolisation, la trasforma- zione dei sistemi di mobilità urbana, la formazione di spazio-tempi individuali, 5 Il New Urbanism americano rinvia a tre tipi di pratiche: lo stile estetico, il design urbano e le modalità di urbanizzazione. Il primo prevede un’architettura contestuale, il secondo invece privilegia un’urbanistica di strade e spazi pubblici a densità elevata. Le modalità di urbanizzazione sono fondate su principi di funzionalità e socializzazione mista, sull’uso dei mezzi pubblici e sulla lotta alla diffusione estrema della città. Questi principi non sono nuovi in generale, ma lo sono per le città americane sviluppatesi vicino alle grandi agglomerazioni. I fautori del New Urbanism si sono sforzati per convincere l’opinione pubblica che il loro unico obiettivo non fosse costruire città per fasce elevate di popolazione (come per esempio Seaside e Celebration). Essi sono convinti, infatti, che questi presupposti possano essere utili alla riqualificazione e al recupero di zone degradate.

Anteprima della Tesi di Beatrice Garavelli

Anteprima della tesi: Le politiche urbane integrate e la questione del genere. Il caso di Grenoble, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Beatrice Garavelli Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2047 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.