Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunicazione politica di Forza Italia e del suo leader Silvio Berlusconi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Cap. 1 Comunicazione politica e sistema dei partiti 1.1 Cos’è la comunicazione politica. Uno sguardo alla storia La campagna per le elezioni politiche del 13 maggio 2001 ha proiettato di nuovo Berlusconi e il suo partito al centro della scena politica nazionale e anche internazionale, suscitando, ancor prima della sua vittoria elettorale, una messe incredibile di discussioni e dibattiti attorno alle caratteristiche della sua leadership, al nodo irrisolto del conflitto d’interessi, che gli conferisce un potere incommensurabile in un settore cruciale quale quello dei mezzi di comunicazione di massa, alle sue promesse e agli eventi mediali in cui queste sono state rese pubbliche, come la puntata di “Porta a porta” di Bruno Vespa in cui venne stipulato il celebre “contratto con gli italiani”. Ma già nel 1994, dopo la “discesa in campo” e l’inattesa vittoria delle elezioni politiche del 27-28 marzo, commentatori e studiosi iniziarono a focalizzare l’attenzione sul fenomeno Berlusconi, protagonista di un cambiamento fondamentale, una vera e propria rivoluzione, nel modo di fare comunicazione politica in Italia, grazie anche alla potenza di fuoco del suo arsenale mediatico e alla sua esperienza nei settori del marketing e della pubblicità commerciale. Fu allora, quando i risultati delle elezioni non apparvero più scontati dopo decenni di immobilismo in cui non esisteva nessuna reale alternativa di governo al regime democristiano prima e pentapartitico poi, che il tema della comunicazione politica assunse particolare rilievo, portando in primo piano questioni sopite, come quella della funzione ancillare svolta dal sistema dei media rispetto al sistema politico in Italia, in contrapposizione alla funzione di “watchdog”, di cane da guardia degli interessi pubblici, che essi svolgono nella generalità dei paesi democratici, a cominciare dagli Stati Uniti. Non a caso è proprio in questo paese che gli studi sulla comunicazione politica e sul posto da essa occupato all’interno della dimensione politica nel suo complesso si sono sviluppati da tempo, almeno a partire dagli anni venti, mettendo in luce dapprima le caratteristiche, i contenuti e le modalità di produzione della propaganda bellica, con Lasswell (1927) 1 , e in seguito della comunicazione politico-elettorale nei regimi democratici, in cui il tempo della politica è scandito da elezioni libere, competitive, significative e tenute a scadenze prestabilite (Pasquino, 1997). 1 Citato in Wolf (1985).

Anteprima della Tesi di Laura Mingioni

Anteprima della tesi: La comunicazione politica di Forza Italia e del suo leader Silvio Berlusconi, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Laura Mingioni Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11162 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.