Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nuovi percorsi professionali: le carriere senza confini

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Nella carriera organizzativa l’identità di carriera è basata sul contesto lavorativo, l’accumulazione di conoscenza è specificatamente legata all’impresa e i network si sviluppano in un’ottica intraziendale, gerarchica e di prescrizione da parte dell’azienda. Nella carriera senza confini l’identità si sviluppa indipendentemente dal contesto lavorativo, il knowing-how accumulato è flessibile e il network si sviluppa in maniera interaziendale, indipendente dalla gerarchia e secondo il volere del lavoratore . Se si verifica un’asimmetria fra le competenze richieste da un determinato modello di carriera e le competenze sviluppate, allora può risultare compromesso il successo lavorativo; questo rischio è presente soprattutto quando una persona persegue una carriera senza confini, ma per cultura e abitudine è portato a sviluppare competenze utili per una carriera organizzativa. De Filippi e Arthur (1996) individuano alcuni valori che nel nuovo contesto armonizzano fra loro le esigenze dell’azienda e dei lavoratori e che riguardano rispettivamente la cultura aziendale e il knowing-who individuale. Questi valori sono: • La volontarietà, perché le scelte più efficaci sono quelle prese liberamente senza costrizione gerarchiche e burocratiche e perché solo in questo modo si sviluppano e si utilizzano pienamente le competenze del lavoratore e dell’azienda. In quest’ottica le aziende possono stabilire missioni e guide per lo sviluppo di progetti, mentre i lavoratori possono scegliere ambienti di lavoro e progetti che stimolano la loro personalità e le loro aspirazioni. Il rapporto di lavoro dura solo fino a quando c’è un reciproco interesse a mantenerlo; • La disciplina del mercato che bilancia la libertà dalla burocrazia e che permette di valutare la performance in termini di risultati di mercato. L’azienda deve cercare quelle competenze che danno vantaggio competitivo e allo stesso tempo il lavoratore deve dimostrare di essere competente sia nell’impresa che nel mercato; • L’influenza che le possibili applicazioni legate al nuovo mercato hanno sulle competenze e che le portano al di là delle applicazioni

Anteprima della Tesi di Stefania Lusona

Anteprima della tesi: Nuovi percorsi professionali: le carriere senza confini, Pagina 10

Laurea liv.I

Facoltà: Sociologia

Autore: Stefania Lusona Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1587 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.