Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I frammenti di Sempronio Asellione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 In riferimento a questo ultimo punto, si possono considerare i seguenti passi: Bellum Iugurthinum, IV: “Tra le varie attività che si esercitano con l’ingegno, la più utile di gran lunga è la rievocazione degli avvenimenti passati… verrà maggior profitto alla repubblica dall’ozio che dall’affaccendarsi di tanti altri”. De Catilinae coniuratione, III : “…E’ bello fare del bene alla repubblica con le azioni, farlo con le parole non è affatto sconveniente…. sebbene non sia assolutamente uguale la gloria di chi scrive e di chi fa la storia, tuttavia mi sembra cosa tra le più difficili scrivere delle imprese altrui”. In queste affermazioni si vede come Sallustio consideri ugualmente meritorie l’attività dello storico e quella dei protagonisti della storia, i quali compiono praticamente delle imprese. E’ importante vedere come tale concezione si ritrovi, in qualche modo, anche in Asellione, dove si sottolinea (nel proemio della sua opera) il fatto che la storia degna di questo nome può spingere (in realtà lo storico asserisce che gli “annales” non possono fare ciò, intendendo dire che la vera storia può farlo, essendo nettamente diversa dagli “annales”) ad essere “più solerti nella difesa della repubblica”. Lo

Anteprima della Tesi di Giovanni Fierro

Anteprima della tesi: I frammenti di Sempronio Asellione, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giovanni Fierro Contatta »

Composta da 138 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1854 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.