Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Scritture a più voci. Il problema dell'autorialità nei primi testi della letteratura italiana della migrazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

19 nell’appendice al testo racconta esplicitamente i vari e difficili momenti di costruzione ed elaborazione del materiale narrativo. La quarta donna alla quale si fa riferimento è Ruba, figlia di Salwa che alla morte della madre ha contribuito alla correzione e analisi dell’intero materiale narrativo prima che venisse pubblicato. Tra il 1994 e il 1996 escono altri due testi, sempre scritti da donne, ma questa volta in completa autonomia, si tratta dei testi di Shirin Razanali Fazel, Lontano da Mogadiscio e Racordai, vengo dall’isola di Capo Verde di Maria Lourdes De Jesus 7 . Ovviamente si moltiplicano anche i testi scritti da uomini e, a parte il secondo libro scritto dalla coppia Saidou Moussa Ba-Alessandro Micheletti La memoria di A. e il durissimo e straziante racconto di Fernanda/Fernando Farías de Albuquerque e Maurizio Iannelli dal titolo Princesa, storia cruda, profondamente tragica e allo stesso tempo bellissima della travagliata vita di un transessuale brasiliano, sempre in viaggio, alla ricerca di nuove avventure e soprattutto della propina identità sessuale, tutti sono ormai pubblicati dall’autore immigrato autonomamente. Tutti questi testi presentano ancora, a parte la seconda opera dalla ormai collaudata coppia Moussa Ba-Micheletti sulla cui tematiche e prospettive ci soffermeremo più avanti, come tema centrale e portante la dimensione autobiografica. Vi sono però delle eccezioni sulle quali intendo soffermare la mia attenzione tra le quali vorrei ricordare la seconda fatica letteraria di Moshen Melliti, scritta direttamente in italiano e senza alcuna collaborazione da parte di terzi, dal titolo I bambini delle rose, breve e delicatissimo racconto le cui pagine non lasciano trapelare nulla di autobiografico ma propongono ancora una volta tematiche universali sulle quali è bene riflettere. Ma le considerazioni su questa seconda fase sono molteplici. In primo luogo salta subito agli occhi un fatto abbastanza evidente: le grandi case editrici si sono quasi del tutto ritirate da questo nuovo e interessante settore letterario perché non rappresentava più per loro un buon investimento. 7 Maria de Lourdes Jesus è stata la conduttrice del programma televisivo Non solo nero, presente nel palinsesto di Rai Uno fino al 1994; attualmente è conduttrice del programma radiofonico Permesso di soggiorno in onda su Radio Uno Rai nella fascia oraria del primissimo mattino, uno dei pochi programmi dedicati alla presenza degli immigrati nel nostro paese.

Anteprima della Tesi di Elisa Bressan

Anteprima della tesi: Scritture a più voci. Il problema dell'autorialità nei primi testi della letteratura italiana della migrazione, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Elisa Bressan Contatta »

Composta da 204 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4121 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.