Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La valutazione della didattica dell'ateneo Modenese. Un approccio fuzzy

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 6 1.2 Osservatorio per la valutazione del sistema universitario L’istituzione dell’osservatorio è prevista dalla legge 537/93 la quale prescrive che la definizione dell’organo in questione sia demandata al MURST il quale ha provveduto con decreto del 22 febbraio 1996 dal titolo “Istituzione dell’Osservatorio per la valutazione del sistema universitario”. L’Osservatorio è quindi istituito presso il MURST con le finalità generali, previste dall’art. 1, di: − Valutare i risultati relativi all’efficienza ed alla produttività delle attività di ricerca e di formazione; − Verificare i piani di sviluppo e di riequilibrio del sistema universitario. L’art. 2 del decreto precisa in maniera puntuale i compiti assegnati all’Osservatorio nell’ambito delle finalità generali sopra menzionate: − Predisposizione della documentazione per il rapporto triennale sullo stato dell’istruzione universitaria, formulato sulla base delle relazioni delle Università; − Presentazione annuale di un rapporto sulla verifica del piano triennale di sviluppo dell’Università; − Predisposizione della documentazione e delle proposte tecniche utili a definire i criteri di riparto della quota di riequilibrio del fondo per il finanziamento ordinario delle Università; − Predisposizione della documentazione per il rapporto triennale sull’attuazione del diritto agli studi universitari, tenuto conto dei dati trasmessi dalle Regioni e dalle Università; − Presentazione di una relazione annuale sulla valutazione del sistema universitario italiano elaborata sulla base delle relazioni predisposte dai nuclei di valutazione di ciascuna Università, e tenuto conto degli elementi raccolti di propria iniziativa dall’Osservatorio, alle cui richieste le Università sono tenute a dare completa ed esaustiva risposta; − Assicurazione al MURST del supporto necessario per la promozione e la diffusione della cultura della valutazione e della autovalutazione.

Anteprima della Tesi di Antonello Briglia

Anteprima della tesi: La valutazione della didattica dell'ateneo Modenese. Un approccio fuzzy, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Antonello Briglia Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2725 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.