Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La valutazione della didattica dell'ateneo Modenese. Un approccio fuzzy

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 10 − promuovere la sperimentazione, l’applicazione e la diffusione di metodologie e pratiche di valutazione; − determinare ogni triennio la natura delle informazioni e i dati che i nuclei di valutazione sono tenuti a comunicare annualmente; − predisporre ed attuare, sulla base delle relazioni dei nuclei di valutazione degli atenei e di altre informazioni acquisite, un programma annuale di valutazioni esterne delle università con particolare riferimento alla qualità delle attività universitarie tenuto conto di standard riconosciuti a livello internazionale ; − predisporre annualmente una relazione sulle attività di valutazione svolte; − svolgere i compiti assegnati dalla legislazione vigente all’Osservatorio per la valutazione del sistema universitario a partire dal 19 aprile 2000; − svolgere ulteriori attività consultive, istruttorie, di valutazione, di definizione di standard su richiesta del Ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica. Il già citato d.m. del 4 aprile 2000 oltre alla costituzione regolamenta il Comitato in materia di funzionamento in relazione alla programmazione degli interventi e dei compiti del presidente e vice-presidente, in relazione alle adunanze e al supporto amministrativo. 1.5 Conferenza dei rettori delle università italiane 3 La conferenza dei Rettori è un organo con funzioni propositive, di consultazione e di stimolo per l’introduzione nelle sedi accademiche di elementi di innovazione, nonché mezzo di diffusione di metodologie, progetti e programmi ritenuti validi per l’intero mondo universitario. Nell’approfondire lo studio e l’analisi delle problematiche degli atenei, la CRUI si ispira alla conoscenza coordinata e obiettiva di interessi che superano quelli dei singoli settori o categorie, pertanto le attività svolte dalla CRUI si rivolgono non solo agli istituti di istruzione superiore, ma anche alle istituzioni politicamente e socialmente rilevanti a livello locale, nazionale ed internazionale. Nel porsi come luogo di sperimentazione dell’innovazione universitaria la CRUI non rivendica una posizione di monopolio ma offre il proprio know-how unito alla 3 paragrafo realizzato facendo riferimento al sito web http://www.crui.it

Anteprima della Tesi di Antonello Briglia

Anteprima della tesi: La valutazione della didattica dell'ateneo Modenese. Un approccio fuzzy, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Antonello Briglia Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2725 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.