Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La revocatoria fallimentare ed il pagamento del terzo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Solo eccezionalmente la conoscenza dello stato d’insolvenza può risultare da una ammissione del terzo (come nel caso in cui proponga o minacci di proporre un ricorso per dichiarazione di fallimento) o dello stesso debitore (come nel caso in cui proponga una moratoria o un concordato giudiziale). Quando l’onere della prova è a carico del curatore, egli può assolvervi, allora, provando la conoscibilità e, su questa base, presuntivamente la conoscenza dello stato d’insolvenza. Il rilievo indiziario dei sintomi d’insolvenza può essere contrastato dal convenuto, attraverso la prova di non essere venuto a conoscenza dei sintomi d’insolvenza o di aver tenuto un comportamento atto ad escludere la c.d. scientia decotionis. Da ciò consegue che la prova della mancata conoscenza dell’insolvenza ha per oggetto l’assenza di quegli stessi sintomi, la cui sussistenza deve essere provata dal curatore quando l’onere della prova è a suo carico.

Anteprima della Tesi di Rosario Marangio

Anteprima della tesi: La revocatoria fallimentare ed il pagamento del terzo, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Rosario Marangio Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11471 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.