Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La revocatoria fallimentare ed il pagamento del terzo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 3. Insolvenza e pregiudizio - Per quanto riguarda invece l’elemento oggettivo della revocatoria fallimentare, e cioè il pregiudizio dei creditori, possiamo effettuare alcune riserve in considerazione del fatto che talvolta è stata ammessa la revocatoria fallimentare anche in presenza di un attivo sufficiente all’integrale pagamento debiti. A tal proposito, quindi, il concetto di pregiudizio comprenderebbe 5 , non soltanto una diminuzione patrimoniale, ma anche che l’atto abbia provocato una diseguale distribuzione del patrimonio del debitore fra i creditori. Ulteriore conferma a tale tesi la ritroviamo nel fatto che nella formulazione delle norme relative all’azione revocatoria fallimentare, il legislatore sembra essersi disinteressato della circostanza che il terzo conoscesse o meno il rapporto tra l’atto compiuto e il pregiudizio che da esso potrebbe derivare. Effettivamente, nella legge fallimentare il concetto di pregiudizio non è di agevole definizione, ma non per questo il pregiudizio, potendosi configurare ipotesi di revoca che prescinda dalla diminuzione patrimoniale, non potrebbe fondare la revocabilità dell’atto. 5 V. RAGUSA MAGGIORE, op. cit., p. 204 e ss.

Anteprima della Tesi di Rosario Marangio

Anteprima della tesi: La revocatoria fallimentare ed il pagamento del terzo, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Rosario Marangio Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11471 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.