Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le dinamiche di relazione familiare nella serie televisiva ''I Soprano''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 Di questo parleremo nel prossimo paragrafo, mostrando in particolare cosa differenzi l’amore coniugale dall’amore detto “di amicizia” o “di benevolenza”. 1.2. Le caratteristiche dell’amore sponsale. La felicità dell’uomo si costruisce sul rapporto con gli altri individui, nel dare e ricevere amore. L’amore va inteso innanzitutto come un “rapporto reciproco di persone […] fondato sul loro atteggiamento individuale e comune nei confronti del bene”. 22 La reciprocità, infatti, è una componente essenziale dell’amore, senza la quale esso muore, perché non si può raggiungere la felicità se non si nutre fiducia nella persona amata e nel fatto che questa ami la nostra persona e non ci sfrutti come mezzo per ottenere il piacere. L’amore stabilisce una comunità interpersonale in cui le persone si amano mutuamente, tanto che “l’amore «in una sola direzione» è un amore incompleto”. 23 Tuttavia, la definizione di amore non è univoca, in quanto ci sono diversi modi di amare una persona. In Amore e responsabilità, Karol Wojtyla identifica quattro forme d’amore: l’amore come attrazione, come compiacenza (o amore di simpatia), come benevolenza (o amore di amicizia) ed infine l’amore sponsale, che supera le tre forme precedenti, nello stesso tempo comprendendole. 24 Vediamo brevemente in cosa consistono i primi tre tipi di amore, per poi soffermarci sull’amore coniugale. L’amore come concupiscenza è quello che nasce dall’attrazione sensibile, e dipende dal fatto che la persona è un essere limitato che, non bastando a se stesso, desidera una persona del sesso opposto per completare una mancanza propria. È un atto involontario, 22 WOJTYLA, Amore…, p. 53. In queste pagine faremo riferimento ai lavori frutto dell’attività di insegnamento filosofico, presso l’Università Cattolica di Lublino, del futuro Papa Giovanni Paolo II. L’importanza della sua opera teologica e pastorale, infatti, non deve sottrarre la nostra attenzione al dibattito filosofico cui Karol Wojtyla ha preso parte negli anni precedenti la sua investitura. 23 MELENDO, Otto lezioni…, p. 36. Melendo sottolinea giustamente come il desiderio che ogni persona innamorata nutre di essere contraccambiata nei sentimenti non comporti un allontanamento dall’affetto autentico, dall’amare l’altro in quanto altro. Infatti, è la natura stessa dell’amore a pretendere corrispondenza: “[…] Chi ama, in virtù della generosità che comporta il fuoriuscire da sé per confermare l’essere dell’altro e in virtù della nobiltà insita nella sua donazione, merita la corrispondenza da parte dell’amato” (Ibidem). Anzi, la purezza dell’amore consiste non solo nell’amare l’altro disinteressatamente, ma anche nel desiderare con tutto il cuore che questa persona ci ami. Proprio per raggiungere la pienezza e perfezionarsi come persona, cioè per raggiungere la felicità, l’uomo ha bisogno di essere amato, oltre che di amare. La formula dell’amore, secondo Melendo, potrebbe essere questa: “Io ti amo sperando che tu corrisponda; ma non ti amo a causa di una tua possibile corrispondenza […] né tantomeno a condizione di essere corrisposto” (Ibidem, p. 38). Cfr. anche ibidem, pp. 29-47, sulla reciprocità dell’amore. 24 WOJTYLA, Amore…, pp. 53-101.

Anteprima della Tesi di Roberta Vitale

Anteprima della tesi: Le dinamiche di relazione familiare nella serie televisiva ''I Soprano'', Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Roberta Vitale Contatta »

Composta da 217 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4425 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.