Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La piena attuazione del principio di libera concorrenza al settore delle telecomunicazioni

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

18 1.3 Il valore della concorrenza nella disciplina comunitaria e nazionale. La Ce ha imposto che nelle telecomunicazioni, considerata l’influenza che il loro sviluppo potrà esercitare su altri settori economici, sia attuata la massima concorrenza, poiché l’elaborazione, il trasporto e la distribuzione di informazioni sono una componente sempre più importante di molte attività economiche e sociali, tanto da configurare le telecomunicazioni come “una infrastruttura essenziale, vero e proprio sistema nervoso delle società industriali” 17 Il valore strumentale della concorrenza rispetto agli interessi della Comunità e il suo collegamento con le istanze sociali è percepibile nell’art. 86, commi 2 e 3 Tr. che prevede la possibilità di una disciplina derogatoria in tema di concorrenza per le imprese incaricate della gestione dei servizi d’interesse economico generale o aventi carattere di monopolio fiscale. Queste imprese sono sottoposte alla disciplina del trattato, in particolare alle regole della concorrenza, nei limiti in cui l’applicazione di tali norme non osti all’adempimento della specifica missione loro affidata (art. 86, comma 2. Tr.). La deroga non può esplicarsi qualora comprometta lo sviluppo degli scambi comunitari, in misura contraria agli interessi della Comunità. 18 E’ stata la successiva normativa comunitaria a disporre che, considerata l’influenza che le telecomunicazioni esercitano sugli altri settori economici, venisse attuata nel loro mercato la massima concorrenza. In tal modo, i principi contenuti nel Trattato, relativi alla creazione di mercati in libera competizione, sono penetrati nel settore delle telecomunicazioni. 17 N. CURIEN-M. GERSOLLEN, Telecomunicazioni: monopolio e concorrenza, Bologna, Il Mulino, 1995, p.9 sul ruolo delle telecomunicazioni nelle società contemporanee. 18 La Commissione in una sua comunicazione ha sottolineato che le norme relative alla concorrenza si applicano solo ai servizi di interesse economico generale, mentre gli altri servizi di interesse generale che non sono economici (sicurezza interna, rapporti internazionali, ecc.), ne sono esclusi. Cfr. Comunicazione della Commissione sui servizi di interesse generale in Europa, 2001/C17/04.

Anteprima della Tesi di Sabrina Gambato

Anteprima della tesi: La piena attuazione del principio di libera concorrenza al settore delle telecomunicazioni, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Sabrina Gambato Contatta »

Composta da 197 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2835 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.