Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione delle società di calcio professionistiche: confronto tra la Juventus F.C. ed il benchmark Manchester United

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 Dopo una serie di decisioni e sentenze contraddittorie emesse da organi della Federcalcio, della Lega Calcio e dai tribunali amministrativi, si giunge alla vigilia del campionato 2003 – 04 alla rivolta dell’intera serie B italiana. I club di serie B, dopo che il 19 Agosto 2003 è stato approvato dal Governo il cosiddetto “Decreto salva calcio”(che stabilisce che l’unico tribunale amministrativo regionale che può intervenire in materia sportiva è quello del Lazio), e dopo che la Federcalcio ha varato una serie B a ventiquattro squadre, bloccando le retrocessioni e riammettendo Catania, Salernitana, Genoa e Fiorentina, in luogo del Cosenza per via del fallimento societario, in serie B, prendono la storica decisione di non scendere in campo in Coppa Italia e nemmeno per la prima giornata del campionato. Il caso delle false fideiussioni bancarie presentate da alcuni club per iscriversi ai rispettivi campionati ha contribuito ad alimentare ulteriori motivi di polemica Roma, Napoli, Spal, Cosenza, ed altri club, dopo essersi affidate ad una fantomatica finanziaria, la Sbc, ottenendo delle false fideiussioni bancarie, e dopo essere state indagate per truffa, si sono dichiarate parte lesa in quanto vittime di estorsione. Queste inchieste giudiziarie che coinvolgono il calcio italiano, si vanno ad aggiungere, tra le altre, a quelle cominciate negli anni passati riguardanti lo scandalo dei passaporti falsi, la frode sportiva per uso di medicinali sospetti imputata, ma non ancora accertata, alla Juventus F.C e quella dei compensi non dichiarati al fisco da parte dell’A.C. Milan. A questa situazione di caos, in cui le istituzioni del calcio italiano dimostrano di non avere la necessaria credibilità ed autorità per fare rispettare le regole, si aggiunga la difficile condizione economica dei club e si avrà un quadro della situazione tutt’altro che roseo, sia nell’immediato, sia in prospettiva futura.

Anteprima della Tesi di Simone Argentin

Anteprima della tesi: Gestione delle società di calcio professionistiche: confronto tra la Juventus F.C. ed il benchmark Manchester United, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Simone Argentin Contatta »

Composta da 131 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 22896 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 36 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.