Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'impatto di Internet sul risparmio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

VII sopportare gli stessi costi come se svolgessero la transazione in modo tradizionale: come conseguenza si assiste ad una battaglia tariffaria per conquistare i nuovi segmenti della clientela. Sotto il profilo economico esiste un altro pericolo per le banche che adottano i canali virtuali accanto a quelli tradizionali: lo spostamento della clientela; se questo si verifica, il risultato è la contrazione netta dei profitti, perché a parità di volumi si applicano prezzi inferiori. L’attivazione di nuovi canali avrà successo se ci sarà la capacità di acquisire nuova clientela al di fuori del tradizionale raggio di insediamento. Diventa molto difficile definire politiche di sviluppo territoriale perché è evidente che la relazione fra i canali virtuali e la localizzazione della clientela è molto più labile di quella degli sportelli tradizionali. Forte è il rischio che l’azione di sviluppo della banca sui canali virtuali abbia successo proprio negli ambiti geografici di tradizionale insediamento perché il suo marchio è già noto e affermato. Per verificare che un operatore on line sia in grado di gestire la propria clientela nel rispetto dei principi fissati dalla legge ci sono diversi fattori: quelli di natura contrattuale come sottoscrizione e recesso, di natura tecnica come intasamento linee, velocità e assistenza e infine quelli di natura operativa, come i servizi on line, la struttura societaria e la personalizzazione. Può non esistere alcun tipo di rapporto fisico con la società in quanto il potenziale cliente scarica dal sito della società il contratto e lo rinvia ad esso firmato una volta che ha aderito e ha preso coscienza di tutto: si tratta di un intermediario virtuale. Tutto ciò porta sicuramente ad una riduzione del rapporto umano favorendo, l’avvento di questi strumenti, la possibilità da parte del risparmiatore di gestire il proprio portafoglio in maniera autonoma o comunque di ridurre al minimo l’intervento da parte degli operatori. L’avvento di questi strumenti ha

Anteprima della Tesi di Mariangela Di Pietro

Anteprima della tesi: L'impatto di Internet sul risparmio, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Mariangela Di Pietro Contatta »

Composta da 251 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2308 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.