Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le tecnologie informatiche come strumento di integrazione per le imprese. Il distretto digitale di Belluno e il progetto Opto-Idx

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

V In quest’ambito, oltre alle singole tecnologie di rete, giocano un ruolo fondamentale gli infomediari, ovvero intermediari particolari che svolgono il ruolo di “collettore” di informazioni e conoscenze a tutto vantaggio delle imprese che a loro si rivolgono. Le Comunità virtuali verticali, vere e proprie comunità digitali di settore nate negli USA, sono un limpido esempio di infomediazione e sono caratterizzate dalle 3C: Content ovvero i contenuti dei servizi informativi forniti agli iscritti; Commerce che rappresenta la gestione delle transazioni commerciali delle imprese associate tramite diverse possibilità di organizzazione degli scambi ed infine la Community, ovvero la comunità di imprese partecipanti che in seguito diverrano attori disposti ad una piena condivisione di informazioni ad alto valore aggiunto. Gli e-Marketplace (letteralmente “luogo di scambio”) rappresentano la trasposizione in rete dell’antica piazza del mercato, luogo virtuale dove venditori e compratori si incontrano per concludere transazioni economiche ed il nostro Paese ne è pieno di esempi con maggior o minor successo. Formalmente sono anch’essi dei perfetti infomediari in quanto rispettano la regola delle 3C. Attualmente stiamo assistendo ad un’evoluzione del modello di e- Marketplace “ortodosso” e i nuovi servizi offerti dalle piattaforme potranno incidere positivamente sui rapporti di e-procurement e di Supply Chain Collaboration; inoltre si avvicineranno sempre più ad un modello di Process Service Provider per le aziende, arrivando ad offrire alle imprese richiedenti servizi di accesso e la gestione attraverso la rete di interi processi aziendali e non dei soli applicativi (vedi il modello ASP descritto in precedenza), permettendo alle PMI di comportarsi come aziende di maggiori dimensioni, senza dover spendere cifre sproporzionate rispetto alla propria capacità per dotarsi di infrastrutture tecnologiche adeguate. Il Progetto Opto-IDX, nato nel “Distretto dell’occhiale” di Belluno, nasce proprio con l’intento di fornire alle imprese partecipanti, servizi di

Anteprima della Tesi di Giacomo Santaroni

Anteprima della tesi: Le tecnologie informatiche come strumento di integrazione per le imprese. Il distretto digitale di Belluno e il progetto Opto-Idx, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giacomo Santaroni Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1997 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.