Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le tecnologie informatiche come strumento di integrazione per le imprese. Il distretto digitale di Belluno e il progetto Opto-Idx

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

VI scambio elettronico di informazioni e documenti. In pratica le aziende aderenti possono scambiarsi facilmente via WEB, documenti “di business”: ordini, conferme d’ordine, bolle, richieste di consegna, documenti di trasporto, fatture e listini e realizzare transazioni commerciali indipendentemente dai sistemi informativi e gestionali utilizzati dalle singole aziende. L’obiettivo principale del Sistema è, tramite lo sfruttamento delle potenzialità di Internet in termini di diffusione ed economicità, mettere a disposizione del comparto industriale-manifatturiero un sistema che permetta alle aziende di comunicare al meglio, sia con i propri clienti che con i propri fornitori, pemettendo inoltre di coinvolgere anche quelle tipologie di aziende a cui, per dimensioni e possibilità di investimento, risulta oneroso integrarsi con tecnologie diverse. È possibile gestire le problematiche di trasmissione e consegna del messaggio, tramite meccanismi di solleciti, alert e l’uso di canali di backup (come il fax) e con segnalazione del mancato inoltro se il protocollo del destinatario è inutilizzabile o è superato il tempo limite predefinito. Il Progetto Opto-IDX è stato avviato, alla fine del 2001, dalla società Reviviscar S.r.l (società di servizi dell’Assindustria di Belluno) con la partecipazione delle grandi aziende leader del Distretto: Safilo Group, Marcolin, De Rigo, Occhialeria Sopracolle, Mazzuchelli, Intercast technology, Grimont, Da Vià e Luxottica Group, in stretta collaborazione con l’Assindustria di Belluno e la società IrisCube S.p.A. Il Distretto bellunese è un distretto indotto che, come la maggior parte dei Distretti industriali del Nord-Est Italia, ha investito molte risorse in progetti d’innovazione per le imprese, per restare leader nel proprio mercato di riferimento e far fronte alla sempre più agguerrita concorrenza dei paesi dell’Est asiatico. A tal fine è stata emanata la Legge Regionale del 4 aprile 2003, n.8, denominata “Patto di Sviluppo del Distretto dell’occhiale”, promossa da Enti locali, Associazioni di Categoria come

Anteprima della Tesi di Giacomo Santaroni

Anteprima della tesi: Le tecnologie informatiche come strumento di integrazione per le imprese. Il distretto digitale di Belluno e il progetto Opto-Idx, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giacomo Santaroni Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1997 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.