Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nuovi processi di approvvigionamento di beni e servizi in Sanità: il caso di eccellenza di eProcurement dell’Azienda Sanitaria Locale di Viterbo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 1.1.1. Informatizzare la Supply Chain Management (SCM) L’eProcurement consiste nella creazione di un collegamento web- based interno (che collega tutte le unità produttive e quindi tutte le funzioni aziendali) ed esterno all’azienda (con i fornitori selezionati), che, gestisce la scelta e l’acquisto di beni e servizi (nella maggior parte dei casi indiretti 6 ) direttamente dal terminale dell’utente, attraverso la compilazione di ordini facenti parte di contratti a livello corporate e che seguono un workflow comune e automatizzato 7 . Una simile logica aziendale trova, nell’adozione dei sistemi di Supply Chain Management, una soddisfacente risposta, impegnata nell’integrazione dei sistemi informativi di imprese diverse e delle connesse attività lungo tutto il ciclo di vita di un prodotto. “La SCM è un approccio integrato e orientato al processo per l’approvvigionamento, la produzione e la consegna di prodotti e servizi ai clienti. Essa gestisce le relazioni con i sub-fornitori, i fornitori, le operazioni interne, gli intermediari, i distributori e il cliente finale; comprende la gestione delle materie prime, dei semilavorati e dei prodotti finali, nonché dei flussi informativi ed economici 8 ”. La SCM comprende infatti la gestione dei flussi di materiali, 6 Per costo indiretto, s’intende la spesa sostenuta per l’acquisto di beni e servizi utilizzati per lo svolgimento dell’attività di produzione o di supporto, che non sono impiegati direttamente nel prodotto finito. I costi indiretti possono essere classificati in: ¾ materiali d’acquisto per ufficio; ¾ materiali d’acquisto per consumo industriale; ¾ servizi: spese relative all’acquisto di servizi e noleggi 7 Fonte: “Esourcing e procurement in Italia”, Marzo 2002, disponibile sul sito: www.andersenitalia.it 8 Fonte MIT, Ministero dell’Informazione e delle Tecnologie.

Anteprima della Tesi di Tania Morano

Anteprima della tesi: Nuovi processi di approvvigionamento di beni e servizi in Sanità: il caso di eccellenza di eProcurement dell’Azienda Sanitaria Locale di Viterbo, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Tania Morano Contatta »

Composta da 329 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4199 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.