Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli strumenti e i servizi di pagamento innovativi: funzionamento, soggetti e rischio operativo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione II Il secondo capitolo invece prende in considerazione i soggetti emittenti rilevando in questo settore la convivenza di vecchi e nuovi soggetti. Il mercato degli strumenti e servizi di pagamento era dominato dalle banche che avevano un vero e proprio monopolio in questo settore, ora compaiono nell’orizzonte nuovi players, o nonbanks, o, cybermediari. Le banche hanno dominato il mercato grazie alla caratteristica dei tradizionali strumenti di pagamento, cioè erano legati ad un deposito bancario. Lo slegare, delle nuove tecnologie, del deposito bancario allo strumento di pagamento ha consentito l’inserirsi nel settore di soggetti che non possono effettuare raccolta di fondi tramite deposito, ma che emettono strumenti di pagamento dietro ricezione di fondi. Tra questi nuovi players in Europa viene introdotta una nuova figura, riconosciuta giuridicamente, gli Istituti di Moneta Elettronica (IMEL), il loro fondamento giuridico comunitario deriva dalla direttiva 2000/46/CE riguardando l’avvio, l’esercizio e la vigilanza prudenziale dell’attività degli Istituti di moneta elettronica. In Italia vengono introdotti con la legge 1° marzo 2002, n. 39 “disposizioni per l’adempimento d’obblighi derivanti dall’appartenenza alle comunità europee”. I cybermediari sono costituiti da società la cui attività primaria non è finanziaria, quindi includiamo in questa categoria di soggetti società di telecomunicazioni, di software e di hardware. Il terzo capitolo introduce la problematica dei rischi, i rischi associati agli strumenti e servizi di pagamento sono: il rischio operativo, legale, di reputazione, strategico e altri rischi. Tra gli altri rischi vengono compresi il rischio di credito, liquidità, mercato e d’interesse, che sono assai sentiti dalle banche negli altri settori della loro gestione, ma poco rilevanti in questo campo.

Anteprima della Tesi di Silvia Angotzi

Anteprima della tesi: Gli strumenti e i servizi di pagamento innovativi: funzionamento, soggetti e rischio operativo, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Silvia Angotzi Contatta »

Composta da 123 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2384 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.