Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli effetti di Basilea II sulle piccole e medie imprese

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 1.2 Le variabili che influenzano la struttura finanziaria: dalla teoria alla realtà. E’ opportuno fare una breve sintesi delle principali teorie che si sono susseguite negli studi di finanza aziendale sulla struttura finanziaria delle imprese. Fino a qualche anno fa in letteratura si riteneva che le teorie di finanza valessero per tutte le imprese, mentre oggi ci si rende conto che le peculiarità finanziarie delle piccole e medie imprese richiedono un approccio specifico. Questo a causa della scarsa apertura a soci esterni e della mancanza di titoli quotati in mercati ufficiali, che rendono ancor più difficoltoso il ricorso a nuovo capitale. Gli studi effettuati dagli economisti per definire la struttura finanziaria ottimale 14 sono stati numerosi. Uno dei più importanti fu certamente lo studio di Modigliani e Miller nel 1958. In questo studio viene dimostrato che, in presenza di un mercato perfetto, il valore dell’impresa non è influenzato dalle scelte di finanziamento. Le ipotesi su cui si basa tale teoria sono numerose 15 : inesistenza di imposte societarie e personali; possibilità da parte delle imprese e delle persone di ricorrere all’indebitamento senza limiti e con lo stesso tasso di interesse; gli investitori conoscono la redditività futura dell’impresa; la suddivisione delle imprese per classi omogenee di rischio; agli investitori sono applicate le stesse condizioni delle imprese. 14 Per struttura finanziaria ottimale si intende il rapporto tra indebitamento finanziario e mezzi propri che massimizza il valore dell’impresa. 15 Brusa L., Zamprogna L., Finanza d’impresa, Etas, Milano, 1997.

Anteprima della Tesi di Antonio Cresceri

Anteprima della tesi: Gli effetti di Basilea II sulle piccole e medie imprese, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Antonio Cresceri Contatta »

Composta da 282 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 38327 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 183 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.