Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Problematiche contabili e di bilancio delle società calcistiche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 3. Le società appartenenti a Federazioni Sportive che abbiano introdotto nei rispettivi ordinamenti il settore professionistico in epoca successiva alla data di entrata in vigore della presente legge, oltre che avvalersi della facoltà prevista dal 2° comma, possono altresì provvedere ad un ammortamento delle immobilizzazioni, iscritte in sede di trasformazione o di prima applicazione del vincolo di cui al primo comma, entro un periodo non superiore a tre anni, a decorrere dalla data del 15 maggio 1996. La legge 586/96 introduce un’altra importante novità: fa ufficialmente confluire le società sportive nell’alveo delle società di capitali consentendogli, in ottemperanza al disposto dell’art. 2247 del c.c., di perseguire finalità lucrative soggettive. Ricordiamo che l’art. 10, 2° comma, della L. 91/81 aveva delineato una figura alquanto anomala nel panorama del diritto, prevedendo che l’atto costitutivo deve prevedere che gli utili siano interamente reinvestiti nella società per il perseguimento esclusivo dell’attività sportiva. Questo comma è stato modificato dalla legge del 1996 19 con la disposizione seguente: “L’atto costitutivo deve prevedere che una quota parte degli utili, non inferiore al 10%, sia destinata a scuole giovanili di addestramento e formazione tecnico-sportiva”. Lo scopo di lucro sancisce il passaggio del mondo del calcio professionistico ad un sistema “business oriented”. Tanto più che la legge n.586/96 amplia l’oggetto sociale delle società affermando che: l’atto costitutivo deve prevedere che la società possa svolgere attività sportive ed attività ad esse connesse o strumentali 20 . Di fatto viene dato il via libera alla differenziazione delle diverse fonti di guadagno. Le conseguenze dell’introduzione dello scopo di lucro possono essere suddivise in: 21 - conseguenze dirette: implicano la necessità di remunerare il capitale investito sottendendo l’individuazione di politiche d’impresa volte a fronteggiare i 19 Anche se la stesura iniziale prevedeva la soppressione totale del 2° comma dell’art. 10 20 Cfr. G. Falsanisi, E. F. Giangreco, Op. Cit, p. 29 21 Cfr. M. Baghero, S. Per fumo, F. Ravano, Op. Cit., p.100

Anteprima della Tesi di Massimiliano Bassi

Anteprima della tesi: Problematiche contabili e di bilancio delle società calcistiche, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Massimiliano Bassi Contatta »

Composta da 168 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6234 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.