Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Problematiche contabili e di bilancio delle società calcistiche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Fattori storici, sociologici, culturali e politici portarono al cambiamento dello scenario dove si trovavano ad agire le società calcistiche. Di conseguenza il ricorso a questo tipo di forma sociale è andato via via riducendosi. Dal punto di vista strettamente economico il cambiamento del contesto comportò che: 1) l’associazione sportiva fosse impossibilitata a far fronte alle spese crescenti con il solo contributo volontario degli associati, e pertanto dovette rivolgersi al mercato assumendo pian piano i connotati di tipo imprenditoriale; 2) con l’evoluzione dell’associazione sportiva da fenomeno volontaristico in organizzazione di impresa iniziò a mutare anche la propria struttura. 7 Scompare quindi la figura del praticante-associato e subentra quella dell’atleta professionista, non più membro della compagine associativa, composta ormai esclusivamente da soggetti finanziatori, ma atleta che presta la propria opera contro il pagamento di un compenso. Iniziando a intrattenere rapporti tipicamente economici con gli atleti, ma anche con terzi (pubblicità e sponsorizzazioni), risulta evidente come la natura giuridica di associazione fosse praticamente incompatibile con gli aspetti di natura economico-patrimoniale che le società di calcio hanno man mano privilegiato. Il passaggio da gruppo di appassionati ad impresa in grado di manovrare consistenti capitali comportò non pochi problemi, riconducibili essenzialmente alla presenza di rilevanti posizioni debitorie, che andavano progressivamente aggravandosi. Spinto dall’esigenza di imporre il rispetto di criteri operativi uniformi mirati al perseguimento di una sana ed ordinata gestione economica, nonché delle disposizioni all’epoca vigenti in materia societaria e tributaria il Consiglio Federale della Federazione Italiana Giuoco Calcio 8 emanò nel 1966 due provvedimenti: 7 Cfr. G. Falsanisi, E. F. Giangreco, Op. Cit., p.10 8 La Federazione Italiana Gioco Calcio (F.I.G.C.) è l’associazione delle società, delle associazioni e degli altri organismi ad essa affiliati che perseguono il fine di praticare il gioco del calcio in Italia. La Figc è l’unica associazione abilitata ad organizzare il gioco del calcio nel territorio nazionale ed e’ un organo del C.O.N.I. (Comitato Olimpico Nazionale Italiano, di seguito Coni). Quest’ultimo, istituito con la legge n.426 del 16 febbraio 1942, ha il compito di organizzare e potenziare lo sport indirizzandolo verso il perfezionamento atletico con particolare riguardo al

Anteprima della Tesi di Massimiliano Bassi

Anteprima della tesi: Problematiche contabili e di bilancio delle società calcistiche, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Massimiliano Bassi Contatta »

Composta da 168 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6235 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.