Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Relazioni interorganizzative e problematiche connesse allo sviluppo di uno standard tecnologico nel business della domotica: caso Bticino

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

LA DOMOTICA 3 Ovviamente il computer da utilizzare è un computer di piccole dimensioni, che occupa pochissimo spazio (qualche chip) ed è programmato per svolgere funzioni precise. In realtà, queste tipologie di computer sono attualmente presenti in molti prodotti che abitualmente si usano nella vita quotidiana, senza che l'utente se ne renda conto (orologi digitali da polso, forni a microonde, decoder, smart card, lettori DVD, nelle macchine per cucire elettroniche, ed in tutti gli elettrodomestici delle ultime generazioni). In molti casi l’intelligenza è stata aggiunta con il solo obiettivo di migliorare il rapporto con l'utilizzatore attraverso comandi semplici e display che riescono a comunicare una maggiore quantità di informazioni sul funzionamento, ma l'idea di poter mettere in comunicazione fra loro i vari dispositivi, prevedendo anche l'inserimento di un elemento centrale di coordinamento, ha dato vita ai numerosi gruppi di lavoro per la stesura delle specifiche di collegamento. I risultati di queste iniziative sono diversi e includono varie tecnologie: la trasmissione delle informazioni attraverso la rete elettrica, le onde radio ho un cablaggio dedicato (BUS). Nell'intento di definire una soluzione valida e flessibile, i vari gruppi di lavoro hanno dato vita a numerose soluzioni che, purtroppo, non sono fra loro compatibili. Si tratta di una situazione abbastanza comune per i mercati emergenti e solo con il tempo il mercato riuscirà a fare prevalere le tecnologie vincenti che, vale la pena notare, non sono sempre le migliori, ma sono quelle che hanno ottenuto la maggior diffusione. La conseguenza diretta di questa situazione è la compatibilità " a gruppi di marche " dei dispositivi, con alcuni interessanti tentativi di unificarli

Anteprima della Tesi di Angelo Tescione

Anteprima della tesi: Relazioni interorganizzative e problematiche connesse allo sviluppo di uno standard tecnologico nel business della domotica: caso Bticino, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Angelo Tescione Contatta »

Composta da 255 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3801 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.