Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Era una notte buia e tempestosa. Società, valori e cultura nei Peanuts

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Antoine de Saint-Exipéry, dopo aver a lungo viaggiato, riesce, tragicamente, ad entravi col suo aeroplano. Vede un deserto e conosce un Piccolo Principe che gli insegna a guardare il cielo e che «tutto cambia nell’universo se in qualche luogo, non si sa dove, una pecora che non conosciamo ha, si o no, mangiato una rosa» 9 , facendogli capire che «l’essenziale è invisibile agli occhi». 1.2.2 I BAMBINI GIOCANO CON LA STORIA «Sembra poi che ogni cultura scandisca i termini dell’estraneità, secondo cadenze riferibili a modi, a tendenze, a valori, a interferenze su cui si dovrebbe indagare» 10 , sostiene Antonio Faeti in un saggio dedicato, appunto, al Piccolo Principe, nelle cui pagine ritrova non solo un altro Puer Aeternus, ma anche «certi riferimenti politici ben precisati nell’immaginario francese dopo Sedan e fino al 1944». I giochi dei bambini riflettono le aspirazioni, i sogni, le frustrazioni di un’epoca come uno specchio. «I bambini possono diventare annunciatori, decifratori, perfino condottieri e redentori. Si va, con loro, verso la dimensione del mito, oltrepassando la porticina della fiaba» 11 , ribadisce ancora Faeti riflettendo proprio sull’infanzia americana sapientemente descritta da Steven King nei suoi romanzi, rapportandola però a un patrimonio universale di storie che, prima con le fiabe, poi con i romanzi d’appendice ha elevato il bambino al rango di eroe. «(I bambini) Diventano significativi e importanti quando si scopriva che era facilissimo perderli, che per l’igiene, le malattie, le condizioni di allevamento potevano di colpo sparire. Si sapeva che l’amore diretto verso di loro era sempre fragile, transitorio, sospeso come su un baratro» 12 . 8 E. MORANTE, La mia bella cartolina dal Paradiso in Il mondo salvato dai ragazzini, Einaudi, Torino, 1968 9 A. DE SAINT-EXUPÉRY, Il piccolo principe, Bompiani, Milano, 1994 10 A. FAETI, Il blasone del principino in E. BESEGHI-C. LANEVE, Lo sguardo della memoria: rileggendo il Piccolo principe, Laterza, Roma, 2001 11 A. FAETI, La casa sull’albero, Einaudi, Torino, 1998 p. 13 12 A. FAETI op. cit. p. 17

Anteprima della Tesi di Elena Massi

Anteprima della tesi: Era una notte buia e tempestosa. Società, valori e cultura nei Peanuts, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Elena Massi Contatta »

Composta da 212 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8208 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.