Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Era una notte buia e tempestosa. Società, valori e cultura nei Peanuts

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Doody, allora molto in voga, dove delle marionette si esibivano di fronte ad un pubblico di bambini, raccolto in quella che veniva chiamata la Peanuts Gallery. Niente sarebbe potuto essere più umiliante per un giovane, ambizioso fumettista che, invece, aveva dato una risonanza biblica, con il nome di Li’l Folks, “Piccolo popolo”, a quelle “figurine” attraverso cui raccontava se stesso con coraggiosa ironia. La decisione di guardare l’infanzia come qualcosa di piccolo e dolce che tutti i giorni, allo stesso modo, sorride da uno schermo, piuttosto che come un altrove entro cui ricercare i personaggi ideali per raccontare la propria storia, è un sintomo significativo per cogliere come stesse mutando profondamente l’immaginario di un paese che sembra avere costruito la propria mitologia prendendo come eroi i bambini. 1.1.2 IL CULTO DELLA FANCIULLEZZA DI GEORGE BOAS L’uso che l’immaginario collettivo fa dell’infanzia è un fenomeno complesso, specialmente quando viene a sancire il rapporto di una nazione con la propria storia. È importante chiedersene le ragioni e osservare le qualità positive e negative che si attribuiscono al bambino, perché saranno le stesse che contribuiranno a definire l’identità di questa nazione e il modello per quella dei suoi cittadini. Nel 1966, l’antropologo George Boas, così scrive: «Se in questa storia ho scelto una componente particolare, il culto della fanciullezza, ciò è avvenuto sia perché negli Stati Uniti, dove io ho compiuto la maggior parte dei miei studi, esso ha raggiunto proporzioni straordinarie e sia perché il vedere sotto i propri occhi l’esemplificazione di una idea di cui ci si interessa è sempre stimolante. Questa idea si trova nei mores delle società nordamericane: nell’amore per la furberia, nella passione per costituire e organizzare delle società segrete, in cui si richiedono particolari riti e costumi e sono dati agli adepti strani titoli, nella fanciullesca rozzezza e buffoneria della farsa americana, nelle rapide

Anteprima della Tesi di Elena Massi

Anteprima della tesi: Era una notte buia e tempestosa. Società, valori e cultura nei Peanuts, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Elena Massi Contatta »

Composta da 212 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8208 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.