Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fair market value d'impresa: un'analisi delle determinanti economiche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

ipotizzare uno scambio, in quanto l’ipotetico buyer non avrebbe incentivi a condurre la transazione, non sarebbe quindi willing, se conscio del fatto che potrebbe dover affrontare fin da subito la concorrenza dello stesso venditore, il quale in questa situazione avrebbe presumibilmente dalla sua un vantaggio in termini di conoscenza del business e del mercato. Inoltre, è stato sottolineato 4 come è da escludersi la presenza di limiti temporali per la conclusione della transazione, poiché costituirebbero nient’altro che un diverso tipo di pressione ad accettare prezzi anche lontani da quelli considerati equi. Parimenti si assume la razionalità sia delle parti, indifferenti ad emotività e sentimental value e guidati solamente dal proprio interesse 5 , sia del mercato nel quale il bene è scambiato considerato nel suo nel complesso. La seconda sezione della Revenue Ruling 59-60 si conclude con l’esplicita descrizione di cosa è inteso come closely held corporation: imprese le cui quote sono possedute da un numero ristretto di azionisti, spesso riconducibili ad una famiglia. Non esistendo, o esistendo in modo sporadico, un mercato per queste ultime, gli scambi irregolari non riflettono in alcun modo gli elementi costitutivi del Fair Market Value. Da questa situazione di lack of marketability, spesso trattata dagli studiosi 6 perché ragionevole origine di sconti, la necessità di pervenire ad una sua stima analitica di valore equo. La seguente figura 1.2 riassume le caratteristiche finora descritte. 4 CBiz Valuation Group, Demystifyng Fair Market Value 5 David C. Drews, Value vs. Fair Market Value, per IP Metrics, 2000 6 Si veda, per esempio, Jai B. Abrams, Discount For Lack of Marketability: A Theoretical Model, 1994 10

Anteprima della Tesi di Francesco Pavarini

Anteprima della tesi: Fair market value d'impresa: un'analisi delle determinanti economiche, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Pavarini Contatta »

Composta da 249 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2533 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.