Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Montaggio Web e surplus di libertà

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 vantaggi quali velocità, flessibilità, costi ridotti e facilità di utilizzo fanno sì che le nuove macchine a funzionamento elettronico entrino a far parte sia del mondo cinematografico che in quello televisivo, riducendo le distanze tra questi due media e operando su di essi influenze linguistiche reciproche. I primi sistemi come EditDroid, o Montage si basavano su un funzionamento ancora di tipo elettronico analogico: il film veniva immagazzinato su supporti analogici convenzionali come il video tape o il laser disc mentre il computer si preoccupava di controllare le operazioni delle varie macchine collegate. Nel momento in cui la tecnologia permise di digitalizzare le immagini di un film direttamente sul computer, si giunse ad una vera e propria rivoluzione nel campo dell’editing video e cinematografico: l’avvento del digitale. I sistemi elettronici digitali oggi più diffusi in ambito professionale sono Avid e Lightworks: il primo gira indifferentemente sia su piattaforma Windows che Macintosh, il secondo solo su piattaforma Windows. Alla luce di questa nuova tecnologia le fasi di post-produzione di un film si riassumono in: • Digitalizzazione su hard disk di ogni singolo fotogramma della pellicola impressionata e sviluppata. • Indicizzazione di ciascun fotogramma del film nel database del software di montaggio, in modo che ci sia una perfetta corrispondenza tra la pellicola e le immagini su computer. • Elaborazione sulla macchina, con creazione da parte del programma di una edit list, ovvero l’elenco di informazioni che identificano l’ordine scelto del montato. • Utilizzo della edit list per conformare la pellicola 35mm con le tradizionali macchine di montaggio.

Anteprima della Tesi di Daniele Pelacani

Anteprima della tesi: Montaggio Web e surplus di libertà, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Daniele Pelacani Contatta »

Composta da 128 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1229 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.