Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Metamorfosi della politica e la categoria dello spettacolo in Debord

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Ciò non produce necessariamente conoscenza o coesione sociale, bensì sembra portare a quella che Joel Candau definisce iconorrea, ovvero una sorta d’inflazione dell’immagine vissuta dagli individui che sono immersi in un universo affollato, gremito e fecondato dal fluire incessante delle immagini. La conseguenza più immediata risulta essere la crescita del senso di confusione, l’incapacità di differenziare gli avvenimenti che sono posti sullo stesso piano senza possibilità di distinguerli. “L’iconorrea produce un’agnosia dell’evento: questo non è più che una successione di piani percepiti senza durata e indipendenti gli uni dagli altri il cui senso sfugge in gran parte allo spettatore.[…] Quando ci sono troppe immagini non restano che icone e l’individuo non può accedere all’idea o all’immaginario veicolati dal supporto delle immagini” (Candau 2001, p. 144). Paul Virilio considera che si starebbe verificando una vera e propria industrializzazione dell’oblio, Meyrowitz ritiene, a sua volta, che l’individuo tenderebbe a perdere il senso del luogo. Questa tesi è verificata e discussa relativamente ai processi di mutamento dei sistemi di ruolo socio-culturali e politico-istituzionali. Secondo Meyrowitz, inoltre, i nuovi modelli di accesso alle informazioni attraverso i media elettronici hanno disgregato le tradizionali strutture giuridiche fondate sul controllo dell’informazione e alimentato una generale sfiducia nei confronti dell’autorità politica. Per usare un’espressione colorita si può definire tale scenario una sorta di regno dell’immagine laddove però l’immagine non è che l’espressione concreta di una entità superiore: lo spettacolo.

Anteprima della Tesi di Matteo Di Fusco

Anteprima della tesi: Metamorfosi della politica e la categoria dello spettacolo in Debord, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Matteo Di Fusco Contatta »

Composta da 165 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3019 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.