Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il consumatore etico e solidale: prospettive e sviluppo di un nuovo stile di vita tra realtà e utopia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 Ognuno ha dunque una propria concezione dell’etica e delle regole che essa impone (o propone) e questa condizione sfumata e polimorfa crea difficoltà, soprattutto nella gestione di organismi politici ed economici che dovrebbero valutare le proprie azioni considerando le necessità di tutti i portatori di interesse, che in questi casi sono davvero numerosi. Ognuno, inoltre, dà un peso diverso all’agire etico, passando da atteggiamenti radicali, come accade per ciò che Weber definisce “agire razionale rispetto a un valore” (per cui si intraprende un’azione solo in relazione ad uno specifico credo), a posizioni più blande, per cui si combina l’agire etico con valutazioni del contesto. Nonostante il concetto di etica sia sfumato, e vari nei diversi individui, nelle società e nel tempo, non significa che non si possano mai individuare azioni definibili etiche o non etiche; esistono infatti dei metavalori, 1 ovvero dei valori tendenzialmente stabili nel tempo e presenti (ad un livello più o meno rilevante) nella scala valoriale della maggior parte delle persone, che costituiscono la base per le valutazioni dei comportamenti: questi principi universali, come l’onestà e il rispetto per gli altri e per la vita, costituiscono il cuore dell’etica. In questo primo capitolo vorrei analizzare il percorso dell’etica nel contesto politico, economico e sociale, passato ed odierno, per individuare i cambiamenti in atto e, se possibile, quelli ancora in fase embrionale, con un’attenzione particolare ai consumi, che ritengo altamente significativi per cercare di comprendere le linee evolutive della società rispetto al concetto di etica. 1 Cfr E. Giaretta, Business ethics e scelte di prodotto, L’etica: alcune questioni definitorie, CEDAM, Milano, 2000.

Anteprima della Tesi di Silvia Brusadelli

Anteprima della tesi: Il consumatore etico e solidale: prospettive e sviluppo di un nuovo stile di vita tra realtà e utopia, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Silvia Brusadelli Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5478 click dal 07/05/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.