Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'omicidio seriale con particolare riferimento alla donna serial-killer

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

In questo caso sono da considerare assassini seriali, pur se con diverso grado di responsabilità, sia l’istigatore, sia l’esecutore materiale degli omicidi. In seguito anche altri autori hanno approfondito la definizione del termine serial killer, creando così delle sottocategorie in base al tipo di motivazione dei delitti, all’indicazione della scena dell’omicidio, ed altri aspetti. Lunde, ad esempio, considera gli individui che commettono più di un omicidio quasi sempre malati mentali, rispetto a quelli che compiono un omicidio singolo. Lo stesso divide gli assassini seriali in due categorie: 1) gli schizofrenici paranoici, caratterizzati da un comportamento aggressivo e sospettoso; 2) i sadici sessuali, che uccidono, torturano e/o mutilano le vittime per raggiungere l’eccitazione e il piacere sessuale. 5 Hickey, invece, definisce assassino seriale chiunque uccida, tre o più vittime, in un intervallo di tempo, che può essere di giorni mesi o anni, mostrando 5 D. Lunde, Murder and Madness, San Francisco Book Company, San Francisco 1975 16

Anteprima della Tesi di Mariarosaria Alfieri

Anteprima della tesi: L'omicidio seriale con particolare riferimento alla donna serial-killer, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Mariarosaria Alfieri Contatta »

Composta da 221 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10144 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 36 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.