Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Margaret Oliphant fra Autobiografia e Romanzo. L'impossibilità di raccontarsi.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 gli strumenti critici del passato e del presente. La scelta dei romanzi è stata dettata da due esigenze: da una parte il bisogno di non allontanare troppo il campo d’indagine dal genere autobiografico, dall’altra la necessità di presentare due esempi che potessero in parte rappresentare la vasta opera di romanziera della scrittrice. In questa operazione sono stati privilegiati i romanzi più acclamati dalla critica e i più facilmente reperibili, Miss Marjoribanks, romanzo del 1866 della popolarissima serie The Chronicles of Carlingford, e Kirsteen del 1890, uno degli ultimi e il migliore della sua produzione. Dall’opera di Margaret Oliphant, emerge quanto sia problematico per la scrittrice raccontare le sue emozioni e i suoi sentimenti. Prendendo in esame il modo in cui tratta le emozioni come strumento comparativo, si può notare come queste siano diversamente espresse quando la scrittrice scrive il resoconto della sua vita reale e quando scrive il resoconto della vita, da lei stessa creata, dei suoi personaggi. Tanto la narrazione è incerta nella Autobiography, quanto è scorrevole nei romanzi. La narrazione in prima persona della Autobiography rivela come parlare di sé, delle proprie esperienze, sia un’operazione alquanto difficile per la scrittrice. Mentre nei romanzi, dove Oliphant gioca il ruolo del narratore onnisciente, e dove la scrittrice fa spesso uso dell’ironia, raccontare, in terza persona, le vicende dei personaggi le risulta molto più facile, quasi fosse un gioco. Proprio dai testi dell’autrice emerge un dato interessante a proposito del modo di trattare le emozioni. In alcuni romanzi i personaggi manifestano in modo consapevole le proprie emozioni e sentimenti. I personaggi del romanzo Miss Marjoribanks, per esempio, sono consapevoli di dover avere delle reazioni emozionali ai fatti della loro vita, ma riescono soltanto a recitare una parte nella grande commedia della vita. I loro

Anteprima della Tesi di Caterina Feroci

Anteprima della tesi: Margaret Oliphant fra Autobiografia e Romanzo. L'impossibilità di raccontarsi., Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Caterina Feroci Contatta »

Composta da 146 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2317 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.