Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Margaret Oliphant fra Autobiografia e Romanzo. L'impossibilità di raccontarsi.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 opportunità della donna nella middle-class vittoriana e a mostrare i codici ampiamente accettati di comportamento femminile come indegni e umilianti. La scelta delle emozioni, come uno dei parametri più idonei ad indagare nel lavoro di Oliphant, è guidata da due motivazioni principali: da una parte quella storico culturale – l’età vittoriana con le sue severe norme di comportamento e la controversa moralità, per cui ci si chiede quali fossero gli strumenti linguistici che una donna utilizzava quando doveva scrivere la propria vita – dall’altra, la motivazione letteraria. Sia Autobiography che i due romanzi scelti in questo lavoro, tra la sua vasta produzione, mostrano diverse modalità di analisi dei sentimenti. Abbiamo rilevato come il meticoloso modo della scrittrice di affrontare i sentimenti, sempre molto preciso e controllato nei romanzi, oltretutto evidenziato dallo stile stesso della narrazione, venga a mancare proprio nel testo autobiografico, in cui la scrittrice più propriamente avrebbe dovuto trovare il modo per dare voce ai sentimenti repressi. Autobiography risulta un testo frammentato in cui il lettore, invece di sentirsi più vicino all’autrice, si sente quasi escluso da una parte della sua vita. Soprattutto nel quinto capitolo di questo lavoro sarà osservato e commentato il modo con il quale Margaret Oliphant gestisce il tema delle emozioni. La scrittura, unico strumento disponibile per tradurre i suoi sentimenti, diventa di volta in volta elemento con il quale confrontarsi. Le parole spesso celano, altre volte mostrano, quanto fosse difficile per la scrittrice parlare di sé. La scrittrice padroneggia lo strumento linguistico in modo tale da far sentire il lettore totalmente coinvolto e commosso dalla rievocazione emozionale dei suoi ricordi, e allo stesso tempo totalmente smarrito quando di proposito viene estromesso da certi aspetti della sua vita. Soprattutto nella Autobiography, si osserva il tentativo della scrittrice di

Anteprima della Tesi di Caterina Feroci

Anteprima della tesi: Margaret Oliphant fra Autobiografia e Romanzo. L'impossibilità di raccontarsi., Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Caterina Feroci Contatta »

Composta da 146 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2317 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.