Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Palermo 1972: aspettando la serie A - L'attesa per l'ultima partita di campionato, tra giornalismo e tifoseria

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I Premessa Una vigilia che dura sette giorni. Una lunga veglia. Così Palermo e i palermitani attendono la serie A del 1972. Quella che è ricordata come la serie A di Barbera, di Arcoleo e di Troia 1 , di Ninetto De Grandi e di quel manipolo di uomini messi insieme per obiettivi ben più modesti di una promozione, protagonisti di un miracolo. Sono in molti a definirlo così: giornalisti, storici, tifosi. Nella settimana che precede l’ultima partita di campionato, a Napoli contro il Sorrento, la città di Palermo si dipinge di due colori, il rosa e il nero, ed assume due volti. Festeggia anche se la matematica non lo consentirebbe e nel contempo trepida e prega perché il miracolo si avveri. Passa notti insonni ad organizzare un esodo di massa alla volta del San Paolo, perché la squadra abbia il supporto necessario e per esserci quando il momento a lungo sospirato arriverà. Un momento caricato di tensione ed ansia, fino all’eccesso, dai quotidiani dell’epoca. I giornalisti al seguito del Palermo sono tifosi tanto quanto i loro lettori e ciò traspare dagli articoli. Attraverso le loro cronache traspaiono le insicurezze di una città che si stringe attorno ai suoi giocatori in attesa che diventino eroi. Il linguaggio utilizzato dai quotidiani del ’72 può considerarsi da manuale. Ansiogeno e carico di metafore, la maggior parte delle quali riconducibili al tema della guerra, parla dei giocatori palermitani come guerrieri alla conquista del territorio nemico, alla testa della loro armata di tifosi. Le 1 Nelle pagine che seguono il nome del calciatore Gaetano Troia è riportato con le due dizioni “Troia” e Troja” a seconda del quotidiano in cui compare.

Anteprima della Tesi di Rosalia Trupiano

Anteprima della tesi: Palermo 1972: aspettando la serie A - L'attesa per l'ultima partita di campionato, tra giornalismo e tifoseria, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Rosalia Trupiano Contatta »

Composta da 216 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1615 click dal 29/06/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.