Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

QSRP: un protocollo di routing per la qualità del servizio in reti ad hoc

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 I.1 Reti ad hoc Le reti ad hoc sono un sistema di comunicazione, generalmente basato su trasmissioni via radio, implementato come estensione o come alternativa ad una rete locale cablata. Sin dalla loro prima apparizione agli inizi degli anni ’70, le reti ad hoc hanno avuto il loro principale utilizzo in ambito militare, come tutte le altre tipologie di reti. Chiamate inizialmente packet radio network (PRNET) dal Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA), sono state ideate in ambito bellico per mantenere una comunicazione tra il quartier generale ed i vari accampamenti militari, posti in zone ostili. In seguito, il progetto delle reti ad hoc è stato impiegato anche in ambiente di protezione civile. A partire dagli anni novanta, il rilevante costo del cablaggio delle reti che gravava sul bilancio di industrie e aziende, ha spinto sempre più le aziende verso l’utilizzo di una soluzione interna che non necessitasse di cavi di connessione. Soprattutto in questi ultimi anni la maggiore diffusione e uso di computer portatili, personal digital assistant (PDA), telefoni cellulari dell’ultima generazione ha dato una spinta fortissima alla ricerca in questo campo. Si sono venute a creare così le wireless local area networks o WLANs. Attualmente la tecnologia più diffusa nel campo delle wireless networks è quello riconducibile allo standard IEEE 802.11b, conosciuto comunemente con la sigla Wi-Fi (wireless fidelity) promossa dall’Institute of Electrical and Electronics Engineers (IEEE). Questo protocollo viene implementato nella maggior parte delle schede di rete wireless esistenti sul mercato e può gestire una connessione con o senza infrastruttura ad una velocità di 1, 2 o 11 Mbit/sec. Inoltre attualmente sul mercato stanno cominciando ad apparire schede di rete che utilizzano nuovi standard IEEE quali l’IEEE 802.11g che permette di raggiunge i 54 Mbit/sec o l’ 802.11e che confiderebbe anche il supporto della qualità di servizio (QoS), ma che tuttavia allo stato attuale non è ancora disponibile. Le reti wireless ad hoc, si classificano in due tipologie: - Reti ad hoc infrastrutturata - Reti ad hoc non infrastrutturata.

Anteprima della Tesi di Cosmos Puglisi

Anteprima della tesi: QSRP: un protocollo di routing per la qualità del servizio in reti ad hoc, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Cosmos Puglisi Contatta »

Composta da 131 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1164 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.